Come sta Ivan Gazidis? Ecco la situazione dopo la scoperta della malattia

Come sta ora Ivan Gazidis? La sua malattia non è ancora scomparsa, ma sembra che le condizioni del dirigente siano buone.

Ivan Gazidis (web)
Ivan Gazidis (web)

Se qualcuno conosce già i problemi fisici del cinquantasettenne, Ivan Gazidis, probabilmente oggi si sta chiedendo in che condizioni versa il sudafricano di origini greche. Il suo Milan, è stato tra i primi in stagione a combattere il fenomeno razzismo, con un esposto alla FIGC, e resta sempre accanto al proprio dirigente.

Gazidis di fatto, è attualmente amministratore delegato e direttore generale dell’AC Milan, dopo dei trascorsi in Inghilterra, all’Arsenal ed ancora altri nel mondo dello sport, dove ha collaborato con la MLS e la Federazione calcistica Messicana.

Gazidis, sapevate della sua malattia?

Se invece non sapete di cosa stiamo parlando, purtroppo il giovane dirigente nato a Johannesburg, ha scoperto con una recente visita medica, di avere un tumore alla gola. Lo stesso dirigente, dopo la triste scoperta, si affrettò a portare un messaggio a tutti gli appassionati di sport o meno.

Infatti, proprio Ivan Gazidis parlò dell’importanza di sottoporsi spesso a visite mediche di routine, prima che le cose possano essere scoperte con ritardo. Infatti, proprio per quanto riguarda l’AD rossonero, il carcinoma dovrebbe esser stato scoperto al primo stadio e per lui traspariva mesi fa, un moderato ottimismo.

LEGGI ANCHE >>> Scandalo nel calcio femminile: insulti disgustosi nei confronti di un’atleta

Nelle ultime settimane, qualcuno avrà notato l’assenza dagli stadi di calcio, proprio del sudafricano. Ebbene, Gazidis era a New York, dove era atteso per delle cure mediche, proprio per scongiurare condizioni peggiori. Da quel che traspare, le cure sarebbero andate molto bene ed il dirigente sarebbe atteso già alla fine della settimana in corso, a Milano. Potremmo quindi vederlo allo stadio per Milan-Verona, gara che si disputerà sabato sera alle ore 20:45. Così non fosse, il dirigente dovrebbe comunque seguire la gara da casa, in Italia.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *