F1, quanto guadagnano i piloti? Ecco chi è il più ricco di tutti

Tra gli sportivi più pagati figurano ovviamente alcuni dei piloti di F1. Scopriamo quali sono le cifre che percepiscono dei loro team.
F1 (GettyImages)
F1 (GettyImages)

I piloti di F1 sono sottoposti a continui rischi per via delle altissime velocità che devono affrontare. Questo ovviamente influisce sugli stipendi che riescono a percepire, che ovviamente variano a seconda dell’importanza della squadra per cui corrono e del loro palmares.

Di seguito vi proponiamo la classifica in base alle stime sugli stipendi:

  1. Lewis Hamilton, Mercedes: 40 milioni a stagione;
  2. Fernando Alonso, Alpine: 17,220 milioni a stagione;
  3. Max Verstappen, Red Bull: 16,069 milioni a stagione;
  4. Sebastian Vettel, Aston Martin: 14,280 milioni a stagione;
  5. Daniel Ricciardo, McLaren: 14,280 milioni a stagione;
  6. Valtteri Bottas, Mercedes: 9,240 milioni a stagione;
  7. Charles Leclerc, Ferrari: 9,240 milioni a stagione;
  8. Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing: 6,321 milioni a stagione;
  9. Carlos Sainz, Ferrari: 5,746 milioni a stagione;
  10. Esteban OconAlpine: 3,907 milioni a stagione;
  11. Sergio Perez, Red Bull: 2,872 milioni a stagione;
  12. Lance Stroll, Aston Martin: 1,608 milioni a stagione;
  13. Pierre Gasly, AlphaTauri: 1,608 milioni a stagione;
  14. Lando Norris, McLaren: 1,608 milioni a stagione;
  15. Nikita Mazepin, Haas: 840 mila euro a stagione;
  16. Nicholas Latifi, Williams: 804,720 mila euro a stagione;
  17. George Russell, Williams: 804,720 mila euro a stagione;
  18. Mick Schumacher, Haas: 600 mila euro a stagione;
  19. Yuki Tsunoda, AlphaTauri: 574,560 mila euro a stagione;
  20. Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing: 500 mila euro a stagione

F1, gli stipendi possono variare in continuazione

I piloti di F1 firmano, quasi sempre, dei contratti milionari. In molti casi, le cifre possono cambiare di anno in anno. Un esempio è quello di Sebastian Vettel, che nel passaggio dalla Ferrari all’Aston Martin ha ridotto enormemente il suo stipendio. Dai 40 milioni a stagione che percepiva a Maranello, il tedesco è passato ai quasi 15 come riportato in alto.

Anche uno che si chiama Lewis Hamilton ha dovuto accettare un rinnovo con la Mercedes a ribasso, visto che sino all’anno passato il suo pagamento superava di gran lunga i 50 milioni. In un lampo, il secondo in classifica è divenuto Fernando Alonso. Lo spagnolo è tornato in F1 dopo due anni, e l’Alpine ha dovuto sborsare un lauto compenso per assicurarsi il due volte campione del mondo.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi e la Ferrari: quel ricordo memorabile e l’Italia padrone del motorsport

Del mercato della passata stagione ne ha beneficiato la Ferrari, che con l’arrivo di Carlos Sainz ha risparmiato ben 35 milioni di euro: dai 40 percepiti da Seb si è passati ai 5 dello spagnolo, che in futuro può sicuramente puntare ad un aumento. Visto il talento, anche lo stipendio di Charles Leclerc appare “basso”, ma se in futuro dovessero arrivare i risultati auspicati, qualcosa potrebbe cambiare.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *