Aston Martin campione del mondo? In casa Stroll c’è una convinzione

Il patron della Aston Martin Stroll non si tira indietro e fissa dei chiari obiettivi per la scuderia, compresa la vittoria del titolo iridato.

Lawrence Stroll punta in alto e fa bene. D’altronde la sua è stata una vera e propria scalata ai vertici. Partito da azionista Racing Point e ragione principale della presenza di suo figlio Lance sullo schieramento della F1, il magnate canadese, ha acquistato quote importanti del marchio Aston Martin, trasformando la scuderia rosa nella verdona delle quattro ruote.

Aston Martin (Twitter)
Aston Martin (Twitter)

Un piano del genere non può non essere ambizioso e sopra ogni cosa, non può non avere un fine concreto. Ecco perché il 2021 ha particolarmente bruciato. A fronte di un 2020 da lotta per il podio grazie anche ai passaggi sottobanco dei disegni Mercedes, le aspettative per il campionato successivo erano cresciute in maniera esponenziale, non trovando però conferma.

Settima della classifica generale costruttori con 77 lunghezze, la squadra con base a Silverstone ha raccolto davvero poco. Anzi, addirittura entrambi i piloti hanno terminato il mondiale al di fuori dalla top 10. Una débâcle clamorosa a cui il 62enne spera di poter porre rimedio rapidamente.

F1, l’Aston Martin “ruba” un pezzo grosso alla Ferrari: ecco di chi si tratta

La scadenza che sembra essere un avviso alla squadra

In occasione della presentazione ufficiale della vettura che prenderà parte alla stagione al via dal Bahrain il prossimo 20 marzo, vissuta da tutti come quella della chance della vita a fronte del cambio regolamentare, Stroll, ha parlato di un piano di 5 anni entro i quali il suo gruppo dovrà arrivare in vetta.

Sappiamo tuttavia che non è semplice e che occorre essere realisti. Per farcela è necessario trovarsi al posto giusto al momento opportuno. Il nostro è uno sport in continua evoluzione e se non si tiene un approccio aggressivo si perde terreno“, la sua analisi che suona da sprone per chi lavora con lui.

Lance Stroll attacca la F1: “Atteggiamento davvero ridicolo”

E’ necessario avere lo staff più valido possibile, così come poter godere di partner di alto livello. Solo attraverso una collaborazione sinergica si può arrivare al vertice“, ha evidenziato mostrando di avere le idee chiare circa il prossimo futuro della scuderia rilevata dalle mani di Vijay Mallya.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.