Auto elettrica, quanto costa fare 100 km? Ecco tutte le risposte

L’auto elettrica viene vista da tutti come il mezzo del futuro. Scopriamo come viaggiano a livello di consumi e se conviene acquistarle.

Tempi duri per gli appassionati dell’auto, che stanno sperimentando uno dei momenti più bui della loro vita, a causa dalla crisi dei microchip e dal drammatico scenario della guerra in Ucraina. Persino dei gruppi importanti come la Volkswagen hanno annunciato addirittura il blocco della produzione di alcuni modelli, e lo stesso destino è capitato anche all’Audi. Stiamo parlando di case automobilistiche che equivalgono a dei colossi mondiali, ma il mancato arrivo dei cablaggi elettrici dall’Ucraina li ha costretti a tale scelta.

Auto Elettrica (ANSA)
Auto Elettrica (ANSA)

Il caro carburanti non ha fatto altro che peggiorare una situazione già al limite del collasso, con i prezzi che in Italia sono saliti alle stelle. Sia per quanto riguarda la benzina che il diesel, si spende ormai più di due euro a litro, costringendo spesso e volentieri gli automobilisti a decidere di abbandonare la macchina per le commissioni cittadine o per viaggi non troppo lunghi.

Il mondo dell’auto è in uno dei momenti più difficili di sempre, ed una delle alternative può essere quella della transizione “Green”. L’elettrico è il futuro e molte case automobilistiche stanno investendo tantissimo in questo aspetto, anche se c’è da dire che le vendite non sono ancora così significative.

La spiegazione principale sta ovviamente negli alti costi di acquisto, ma anche nella mancanza di un numero adeguato di colonnine di ricariche. In Italia, ci sono molte zone in cui si fa fatica a trovarne anche una, problematica che si registra anche in diversi capoluoghi di provincia.

Tutti si saranno chiesti, almeno una volta nella vita, quali vantaggi e svantaggi comporta l’acquisto di una vettura elettrica, ed al giorno d’oggi ci capita di incrociare per le strade di tutti i giorni diversi modelli che hanno abbracciato questa tecnologia. Dal 2030, non sarà più possibile acquistare vetture diesel, mentre dal 2035 dovrebbe scattare lo stop alla benzina ed a tutti i tipi di motori endotermici. Dunque, è bene informarsi in maniera accurata sul mondo dell’elettrico.

Auto elettrica, ecco tutte le cifre sui consumi

L’auto elettrica ha un chiaro vantaggio, quello di viaggiare senza emettere emissioni, garantendo un grande aiuto per la salvaguardia del nostro pianeta. Tra i vantaggi per il cliente ci sono ovviamente alcune spese, come quella dell’assicurazione che costa tra il 30 ed il 50% in meno rispetto alle vetture tradizionali.

Le elettriche non necessitano del cambio dell’olio o del liquido refrigerante, dei filtri e di altri componenti di consumo. La Tesla è l’unica che impone costi alti per i tagliandi, pur non essendo essi obbligatori, che superano anche i 500 euro. Per quanto riguarda le altre marche che hanno abbracciato la sfida dell’elettrico, per un tagliando non si spende più di 150 euro.

Tra gli svantaggi ci sono sicuramente i lunghi tempi di ricarica, ma spesso e volentieri è anche difficile trovare delle colonnine nelle nostre città. Non tutti i capoluoghi sono forniti di questi indispensabili oggetti, che nelle campagne o nei paesini più piccoli sono a dir poco introvabili, complicando la vita delle auto elettriche.

Per quanto riguarda l’oggetto della nostra analisi, ovvero la spesa media di un possessore di un elettronico nella percorrenza di 100 chilometri, ci vogliono circa 3 euro e 50 centesimi. Tanto per fare un esempio, possiamo utilizzare come metro di giudizio la Tesla Model 3, che per percorrere 100 chilometri presenta un consumo di 15,1 kW, ovvero 3 euro e 32 centesimi.

Per ricaricare la propria vettura presso le colonnine pubblice i costi variano in base al gestore e sono più alti. L’auto elettrica americana, utilizzando i Supercharger riservati, per percorrere 100 chilometri presenta un costo di circa 4 e 98 centesimi. Come avrete capito, questa tecnologia presenta pro e contro, ed ha bisogno di essere affinata per avere un buon successo in futuro.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.