BMW, una nuova safety car per la MotoGP: tutti i dettagli

Una nuova safety car per il campionato del mondo di MotoGP: tutti i dettagli della vettura proveniente dalle competizioni.

Sulla griglia di partenza del Motomondiale ci sarà una new entry a Losail. Non si tratta di una nuova squadra, bensì della nuova safety car che metterà a disposizione il marchio BMW, partner Dorna da 24 anni. Stavolta ad effettuare le operazioni di controllo non sarà un veicolo stradale appositamente modificato, ma un modello proveniente dal mondo delle competizioni.

Safety Car MotoGP 2022 (media press)
Safety Car MotoGP 2022 (media press)

La nuova safety car della MotoGP sarà una BMW M2 CS Racing, con una speciale livrea progettata per celebrare il 50esimo anniversario del reparto corse M GmbH. Sarà equipaggiata con motore sei cilindri da 3,0 litri e capace di sprigionare una potenza di 450 CV, un’auto che ha vinto tanto nel mondo racing sulle quattro ruote e che svolgerà al meglio la sua nuova funzione nel Mondiale motociclistico. Pochissime le modifiche apportate per essere schierata in griglia: una barra luminosa sul tetto, l’aggiunta di due fari anteriori in caso di scarsa visibilità e per l’appunto la speciale livrea.

I dettagli della nuova safety car MotoGP

La M2 CS Racing vanta dettagli di tutto rispetto, con Tecnologia M TwinPower turbo, iniezione diretta, Valvetronic, sistema di scarico specifico per gli sport motoristici, cambio a doppia frizione a sette rapporti, differenziale meccanico a slittamento limitato con raffreddamento separato. All’interno della cabina di pilotaggio elenchiamo un piantone dello sterzo regolabile con volante BMW Motorsport rimovibile, con pulsanti di comando e paddle del cambio, specchietti retrovisori extra-large per una migliore visibilità sul retro, parabrezza riscaldato e sistema antincendio.

Il dramma di Franco Morbidelli: il guaio che gli ha rovinato il 2021

La BMW M2 CS Racing monta un telaio con roll bar di sicurezza saldato, tetto in fibra di carbonio, ala posteriore regolabile, chiusure rapide per cofano e portellone, cablaggio per sport motoristici, occhielli di traino anteriori e posteriori. Questa auto da corsa “ha avuto successo in una vasta gamma di campionati ed è perfettamente adatta come safety car all’apice delle corse motociclistiche“, ha affermato il CEO di BMW M Franciscus van Meel.

Franco Morbidelli e l’assenza di Valentino Rossi: ecco cosa significa

Non sarà certo l’unica vettura a disposizione del campionato del mondo. BMW schiererà un’ampia flotta formata dalle BMW M3 e M4 Competition, la M5 CS e la M8 Competition Gran Coupé, la X5 M Competition (impiegata come auto medica), la i4 M50 elettrica sarà la Safety Car del campionato MotoE, oltre a due safety bike BMW M 1000 RR.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.