Bottas e Hamilton sono ancora inseparabili

Nonostante non siano più compagni di squadra, sembra che Valtteri Bottas e Lewis Hamilton non vogliano proprio separarsi in nessuno modo.

La stagione 2022 del Mondiale di F1 è sicuramente una che sulla carta dovrebbe essere tra le più emozionanti e palpitanti di sempre, in particolar modo perché già dalle prime battute non vi è una vera e propria Scuderia dominatrice sulla concorrenza e per questo motivo nessuno ha ben chiaro chi possa essere il pilota predominante.

Uno di quelli che più di tutte è considerata una delusione in queste prime uscite è sicuramente la Mercedes, con Lewis Hamilton che ha dovuto accontentarsi del quinto posto in griglia di partenza, prendendolo anche come un grande traguardo e vicino a lui avrà l’ex compagno, il finlandese Valtteri Bottas.

Bottas Hamilton (Collage)
Bottas Hamilton (Collage)

Il Mondiale di F1 del 2022 è iniziato nella maniera più incredibile possibile, ovvero con la Ferrari e la Red Bull che hanno già dimostrato di poter prendere il largo sulla concorrenza e questo ha fatto sì che scaturisse un vero e proprio tam tam mediatico per capire cosa accadrà nel mondo della Mercedes.

A Stoccarda in questo momento non stanno dimostrando di essere in grado di rialzarsi e di mettere in mostra tutto il loro reale potenziale e per questo motivo l’obbiettivo di queste prime uscite è quella di limitare il più possibile i danni, in modo tale da poter migliorare la vettura nel corso della stagione.

Il ritardo è chiaro ed evidente e il primo grande deluso dalle prime qualifiche è senza ombra di dubbio il giovane George Russell, che non è stato in grado di partire con il piede giusto ed è stato a tutti gli effetti un vero e proprio disastro con il suo misero nono posto alla griglia di partenza.

Per questo motivo può sorridere Lewis Hamilton, uno che è un cannibale e che ha sempre puntato al massimo e che invece in questo momento si trova a dover festeggiare un deprimente quinto posto alle spalle delle due Red Bull e delle due Ferrari e in terza fila con lui ci sarà un vecchio amico.

Probabilmente nemmeno lo stesso Valtteri Bottas avrebbe mai potuto immaginare la forza e la potenza della sua Alfa Romeo che ha potuto sfruttare uno straordinario motore Ferrari ed ha così potuto chiudere sesta, con i due amici di vecchia data che dunque partiranno affiancati in griglia di partenza.

A modo loro sono entrambi contenti, ma se per Bottas è chiaro ed evidente il motivo, lo è decisamente di meno per Lewis Hamilton, dato che il britannico ha sì salvato l’onore della Mercedes ma non ha saputo lottare minimamente con Verstappen e Leclerc e questo chiaramente non lo può soddisfare.

Il Mondiale è ancora lunghissimo, ma nessuno poteva immaginare che in Bahrain per la prima gara i due ex compagni di squadra potessero essere ancora una volta appaiati come era già capitato tantissime volte in passato, anche se quasi sempre dalla prima fila.

Bottas ed Hamilton, un duo storico con la Finlandia nel cuore del britannico

Lewis Hamilton è assieme a Michael Schumacher il pilota in assoluto più vincente e che ha fatto scorpacciata di titoli mondiali e questa non è una novità, anzi è cosa ben nota a tutti, ma per poterlo fare ha dovuto in tanti casi dover superare anche dei compagni di squadra di primo livello.

Il britannico infatti aveva iniziato la propria avventura in F1 con la McLaren e avrebbe dovuto, solo in teoria, svolgere il ruolo di scudiero del due volte campione del mondo Fernando Alonso, ma il ruolo di secondo non è mai stato in alcun modo adatto alle sue caratteristiche e alla sua voglia di vincere sempre e per questo motivo la lotta all’interno fu devastante.

Purtroppo per la McLaren a fine anno questa guerra portò al successo di Kimi Raikkonen con la Ferrari e a quel punto a Woking decisero di puntare su un pilota che sarebbe stato fedele aiutante di Hamilton: Heikki Kovalainen.

Il finnico non ebbe mai di che ridire riguardo al proprio ruolo e infatti la stagione fu gloriosa, anche grazie a un mezzo suicidio della Ferrari più forte rispetto alla McLaren, ma da quel momento iniziò il suo grande amore per la Finlandia.

Dopo Kovalainen, considerato troppo inferiore per una Scuderia così prestigiosa, accanto a Lewis si girarono prima Jenson Button, campione del mondo del 2009 che chiuse davanti a Lewis nel 2011, in McLaren e poi Nico Rosberg in Mercedes, con il quale perse il titolo nel 2016.

La situazione di Hamilton è stata dunque molto complicata da digerire e allora la Mercedes decise di ridargli un pilota finlandese come aiutante e Valtteri Bottas è sempre stato senza dubbio il secondo più amato e più affidabile possibile, tanto da essere spesso usato come l’arma vincente per i successi della Mercedes.

L’addio di quest’anno ha portato George Russell a diventare il nuovo pilota delle Frecce d’argento, ma vedendo i primi risultati, con Bottas sesto in Alfa Romeo e il giovane inglese solo nono, non c’è dubbio alcuno che qualcuno a Stoccarda si sia già pentito della decisione, ma siamo sicuri che Lewis Hamilton sarà contento di vedere l’amico così vicino in griglia di partenza.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.