Dovizioso arriva nella “sua” pista: obiettivo importante nella testa

Dovizioso non vede l’ora di gareggiare in Qatar: il pilota del team WithU Yamaha RNF spera di iniziare bene il campionato MotoGP 2022

I test sono ormai archiviati e nel prossimo weekend in Qatar parte ufficialmente il campionato MotoGP 2022. Tra i tanti temi di interesse anche il rendimento che avrà Andrea Dovizioso, che quest’anno si gioca probabilmente il suo futuro nella categoria.

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (Foto WithU Yamaha RNF MotoGP Team)

Dopo un difficile rientro in top class nel 2021 con una Yamaha M1 del 2019, ora può contare su una M1 Factory 2022. Il pacchetto tecnico a sua disposizione è migliore e lui nel team WithU RNF è il pilota di punta, dato che il compagno Darryn Binder è un rookie e dunque avrà tanto da imparare.

Razlan Razali, Wilco Zeelenberg e gli altri uomini del team si aspettano tanto da lui. Il forlivese avrà il supporto di un capotecnico di grande esperienza come Ramon Forcada e questo lo può aiutare parecchio nel trovare il giusto feeling con una moto che non sente ancora sua.

MotoGP 2022, Dovizioso carico per il Gran Premio del Qatar

I test in Malesia e Indonesia gli hanno consentito di conoscere meglio la Yamaha M1 2022, però serve ancora parecchio lavoro per riuscire a guidarla efficacemente come Fabio Quartararo. Dovizioso ha individuato nei cambi di direzione il punto forte del francese e proverà a imitarlo, anche se non è mai semplice.

In vista del Gran Premio del Qatar, il rider romagnolo non ha nascosto il suo entusiasmo per l’inizio del campionato MotoGP: “Sono davvero felice e non vedo l’ora di andare in Qatar. Il Losail International Circuit è una bella pista e mi ha lasciato bei ricordi. Questo mi rende entusiasta sia nel guidare su quel layout la mia Yamaha YZR-M1 sia, allo stesso tempo, per iniziare la stagione”.

Dovizioso con la Ducati ha vinto due volte in Qatar e in altre tre occasioni è giunto terzo al traguardo. Il tracciato di Losail si sposa bene con le caratteristiche della Desmosedici GP, però nel 2021 le due gare disputate lì sono state vinte entrambe dalla Yamaha con Vinales e Quartararo. Sulla carta, ci dovrebbe essere il potenziale per fare bene.

Il forlivese e la sua squadra dovranno essere bravi a trovare in fretta un setup di base che possa permettergli di essere competitivo. Guardare i dati di Quartararo può essere utile, ma Dovi vuole anche seguire una sua strada e cercare di adattare un po’ la M1 al suo stile di guida. Il grande sforzo lo deve fare lui, però Forcada e gli altri uomini stanno cercando di venirgli incontro.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.