è già scesa in pista a Fiorano (FOTO)

In attesa della presentazione ufficiale in programma dopo i test di Barcellona, l’Alfa Romeo decide di affrettare i tempi ed entrare subito in azione.

In barba alla pioggia che si è abbattuta in queste ore al nord e al centro nord, l’Alfa Romeo ha voluto mettersi alla prova. Sebbene per osservarla in tutta la sua completezza dovremo attendere il 27 febbraio prossimo, ovvero il termine della prima tranche di test invernali sul circuito del Montmelo, la scuderia del Biscione ha chiesto una mano alla Ferrari e ha macinato qualche chilometro sul tracciato di proprietà della Casa di Maranello, a Fiorano.

Alfa Romeo (GettyImages)
Alfa (GettyImages)

Svolta in Alfa Romeo: sempre più vicino l’addio alla Ferrari?

Trattandosi di uno shakedown, o comunque di una prima verifica generale della monoposto che debutterà in gara il 20 marzo dal Bahrain, il boss Frederic Vasseur ha deciso di richiamare Valtteri Bottas, reduce da una lunga vacanza a cavallo tra la sua Finlandia e l’Australia della fidanzata Tiffany.

Il test Alfa Romeo sulla pista del Cavallino: chi c’era al volante

Il driver di Nastola, reso anonimo da un casco totalmente nero, ha affrontato il maltempo, compreso qualche fiocco di neve, girando sulla nuova C42 ad effetto suolo con una livrea camouflage che molto probabilmente verrà mantenuta anche al Catalunya.

Il #77 si è calato nell’abitacolo verso le 12 è ha coperto i classici 100 km permessi dalla FIA per le giornate a scopo promozionale. Nel frangente l’ex Mercedes ha potuto verificare il funzionamento della power unit 066/7 Superfast sviluppata dalla Ferrari, così come dei sistemi di bordo.

Alfa Romeo, Vasseur traccia la strada: ecco come scalare la vetta della F1

Quali siano state le sensazioni provate dal 32enne alla guida non è dato sapersi. E’ difficile comunque che possa aver ravvisato somiglianze con le auto sviluppate dalla Stella. Sebbene il budget cap abbia livellato le risorse a disposizione dei team, i dubbi relativi alle possibilità dei piccoli di stravolgere la propria condizione restano alti.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.