ecco la sua incredibile Odissea

Una vera odissea, per arrivare puntuale ai test di Sepang, da parte del pilota Ducati, Jack Miller: ecco come mai.

Una storia lunga e sicuramente tortuosa, quella che porterà (perché non è ancora arrivato) il pilota Jack Miller della Ducati, a correre per le prove in Sepang. Davvero una serie di sfortunati eventi, quelli vissuti dall’australiano classe ’95.

Jack Miller (Getty Images)
Jack Miller (Getty Images)

Le nuove rosse di Borgo Panigale sono state presentate al pubblico, ora c’è solo bisogno di metterle su pista ed intanto tutto ha avuto il rischio di partire solo a metà. Ma alla fine Miller, ci sarà insieme a Pecco Bagnaia. Ecco cos’è successo.

MotoGP, arriva un’importante conferma per la Yamaha: il pilota rinnova

L’avventura per arrivare al test: di Jack Miller

Tutto è nato dal viaggio in auto del ventisettenne dalla sua città natale, Townsville per raggiungere Brisbane, i primi mille e più chilometri di un viaggio che sembrerà infinito al povero pilota, che sembra vittima di uno scherzo di dubbio gusto. Una volta arrivato infatti a destinazione, il 19 gennaio era in attesa di un volo per Barcellona.

Documenti a posto e test anti-Covid negativo, ma l’aereo non c’è. Il volo è cancellato e per almeno 24 ore, non partirà nessun volo con quella destinazione. Bisogna quindi attendere e per il tempo che è passato, fare un altro test. Il problema è che il pilota risulta positivo ed è costretto alla quarantena. Questo significa tornare a casa e ripercorrere i più di mille km senza sicurezza di andare ai test delle nuove moto.

Suppo voleva portarlo in Honda: la rivelazione sul pilota MotoGP

Il tutto, lo ha raccontato proprio l’australiano in un video postato sulla pagina personale di Instagram, senza ovviamente far polemica. Semplicemente, Miller ci tiene a spiegare quanto sia stato sfortunato. Adesso però Jack è di nuovo negativo e quindi la Ducati attende il proprio pilota per i test a Sepang. Il pilota ha fatto nuovamente Townsville-Brisbane per poi volare a Melbourne e da lì l’ultimo volo per Kuala Lumpur dove dovrebbe arrivare oggi. Per il 7 febbraio è prevista la presentazione del team ovviamente con la presenza dei piloti e quindi si pensa che Miller ed anche Bagnaia riusciranno ad esserci.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.