“Era troppo basata su di lui”

Dopo i test pre-season, Marc Marquez è tornato a parlare dello sviluppo della nuova Honda e ha rivelato un particolare molto interessante.

La stagione 2022 deve essere quella del rilancio di Marc Marquez. Dopo due stagioni praticamente senza troppa gloria, una praticamente saltata, quella del 2020 a causa dell’infortunio al braccio destro, e un’altra con tre vittorie ma diversi weekend sottotono, lo spagnolo desidera cambiare passo. Il campione di Cervera ora si sente meglio dal punto di vista fisico e pronto per ridare l’assalto al titolo iridato che dalle sue parti manca ormai da troppo tempo, visto quanto bene ha abituato i suoi fan.

Marc Marquez (foto di Carlos Alvarez/Getty Images)
Marc Marquez (foto di Carlos Alvarez/Getty Images)

Ma a dire il vero c’è anche la Honda che nel 2022 vuole rilanciarsi. Perché senza il suo pilota di punta, nelle ultime due stagioni sembra essere andata un po’ allo sbando. I risultati sono stati decisamente deludenti e adesso è arrivato il momento di dare una svolta vera.

Marc Marquez non si ferma mai: può arrivare un premio anche quest’anno

Marquez e quella Honda troppo simile a Pedrosa

Dopo i suoi suggerimenti arrivati nel corso del 2021, la Honda si è presentata per questa nuova stagione con una moto decisamente diversa rispetto a quella che eravamo abituati a vedere. Nelle forme è un mix tra Ducati e Yamaha, segno di una rottura abbastanza evidente con il passato.

C’è da dire però che dei quattro piloti che corrono in MotoGP con contratto HRC, Marc Marquez è sempre stato il meno critico nei confronti del comportamento della Honda RC213V degli anni scorsi. Sarà anche perché è stato l’unico a vincerci sopra. E non ha neanche criticato troppo quella dello scorso anno, tanto che pochi giorni fa ha dichiarato che la moto 2021 aveva il livello necessario per vincere il titolo MotoGP.

Ma il numero 93 però è entusiasta della nuova moto: “E’ nuovissima – ha detto in una intervista a DAZN -. Penso che sia il cambiamento più grande avvenuto in Honda da quando ho iniziato nel 2013, e anche questo è un grande sforzo per me. Quando c’è mancanza di risultati, ci sono cambiamenti radicali, e per ora non riesco a trovare ancora la mia moto”.

Marquez, ecco il suo segreto: l’ammissione della Honda

E sulla RC213V degli anni scorsi ha ammesso: “Era basata su Dani Pedrosa, era lui che guidava quella moto. Poi sono state apportate modifiche, ma sono passati molti anni. Era una moto molto piccola, io sono piccolo e mi andava bene. Ora è una moto più grande, ma anche essendo più grande puoi guidarla comunque bene”. Per ora però il suo commento è abbastanza tiepido: “Ci sono stati anni in cui ho avuto una moto migliore. Ma un buon inizio non significa che sarà un anno magnifico”.

Sembra più pretattica quella di Marquez, visto che molte rivali al titolo hanno dato proprio la Honda e lo spagnolo come tra i favoriti per la corsa al titolo. Ma lo spagnolo ha ammesso: “Tutti dicono che la Ducati è la moto migliore. Tutte le moto hanno i loro pro e contro. Ma è vero che il giardino del vicino è sempre più verde del tuo perché vedi solo i vantaggi, non vedi i cattivi”. Sarà solo la pista a dire chi ha detto il vero.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.