F1 2022, quanto costa l’inscrizione ai team? Che batosta per la Mercedes

Emergono i dati riguardanti le quote di iscrizione delle scuderie in F1 nel 2022: Mercedes e Red Bull sono quelle che pagano di più.

Sono in molti a domandarsi quanti soldi debbano versare i team di Formula 1 per partecipare al campionato. Le quote da pagare per ciascuno sono diversi.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Ansa Foto)

Solo il 18 febbraio la FIA ha pubblicato il nuovo regolamento sportivo per la stagione e viene spiegato quanto denaro va versato per iscriversi al Mondiale. C’è una tariffa di base da 577.278 dollari che vale per tutti. E poi la regola stabilisce che il resto della somma si basi sulla classifica costruttori dell’anno precedente.

Come riportato da Auto Motor und Sport, la Mercedes in quanto vincitrice dello scorso mondiale per marche si trova a pagare 6.926 dollari per ogni punto conquistato. Considerando che ha conquistato 613,5 punti, deve versare oltre 4,2 milioni a cui aggiungere la tariffa base che fa salire l’importo a oltre 4,8 milioni.

F1 2022: la classifica delle quote di iscrizioni dei team

La Mercedes, che ha vinto l’ottavo titolo costruttori consecutivo, nel 2021 aveva pagato 4,48 milioni. La Red Bull, arrivata seconda ma vincitrice del titolo piloti con Max Verstappen, ha conquistato 585,5 punti lo scorso anno e la quota di iscrizione è salita a 3,95 milioni rispetto ai 2,38 della stagione precedente. La scuderia di Milton Keynes versa 5.770 dollari per punto, a cui aggiungere la solita tariffa base.

Il terzo posto nel 2021 è andato alla Ferrari, che ora paga complessivamente oltre 2,44 milioni. Un aumento da oltre un milione rispetto all’annata precedente, dato che nel 2020 nel campionato costruttori la scuderia di Maranello aveva terminato con un deludente sesto posto finale.

La McLaren ha perso la terza piazza, scivolando in quarta, ma ha ottenuto più punti rispetto al 2020 e dunque la quota è salita a 2,16 milioni. Seguono Alpine (1,47 milioni), AlphaTauri (1,39 milioni) e Aston Martin (1,02 milioni).

Ottavo posto di questa speciale classifica va alla Williams, che nel 2020 non aveva ottenuto nessun punto e che nel 2021 ne ha conquistati 23: ora deve corrispondere 709.988 dollari. Nona l’Alfa Romeo, che ha totalizzato 13 punti nello scorso campionato e dunque versa 652.288 dollari. Decima la Haas, che di punti non ne ha fatti nella passata stagione, e dunque paga solo la tariffa base da 577.278 dollari.

F1 2022: classifica per quote di iscrizione

  1. Mercedes 4.826.379 dollari
  2. Red Bull 3.955.613
  3. Ferrari 2.443.873
  4. McLaren 2.164.028
  5. Alpine 1.471.628
  6. AlphaTauri 1.396.618
  7. Aston Martin 1.021.568
  8. Williams 709.988
  9. Alfa Romeo 652.288
  10. Haas 577.278

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.