F1, grande cambiamento in Red Bull? Il posto di Perez non è al sicuro

Sergio Perez è pronto per affrontare la seconda stagione di F1 con la Red Bull. Tuttavia, il messicano dovrà essere perfetto.

Il mondiale di F1 targato 2022 è ormai ai blocchi di partenza. Quella che sta per iniziare è la settimana dei test che verranno disputati in Bahrain, con una tre giorni di prove prevista per il prossimo week-end. Tutti gli occhi saranno puntati su Red Bull e Mercedes che, stando alle indiscrezioni, dovrebbero presentarsi a Sakhir con diversi aggiornamenti aerodinamici.

F1 Sergio Perez (ANSA)
F1 Sergio Perez (ANSA)

Le voci trapelate nel paddock di Barcellona parlano addirittura di una versione B per quanto riguarda la freccia d’argento, seguendo una tattica già adottata nel 2019. A Milton Keynes c’è invece un pizzico di preoccupazione relativamente al motore Honda, che ha sofferto più delle concorrenti il passaggio ai bio-carburanti.

Negli ultimi giorni, l’allarme era arrivato da Yuki Tsunoda, alfiere dell’AlphaTauri, che a “RacingNews365” aveva detto: “Forse il motore è qualcosa che ci preoccupa. Altre squadre possono hanno deciso di svilupparne qualche particolare più avanti, ma non possiamo fare molto, questa è l’unica cosa che mi infastidisce, il resto sembra a posto“.

Proprio attorno alla Scuderia di Faenza c’è molta curiosità. La squadra italiana ha concluso al sesto posto nel mondiale costruttori lo scorso anno, giocandosela a lungo con l’Alpine per la quinta piazza. Pierre Gasly ha anche ottenuto un podio, chiudendo terzo in Azerbaijan, con il giovane compagno di squadra che è cresciuto nel finale di stagione arrivando quarto ad Abu Dhabi.

Il team di Faenza è una delle più belle realtà della F1, e la AT03 è nata con il chiaro obiettivo di attaccare la top five. Il francesino vuole mettersi in mostra il più possibile, proseguendo la sua crescita per riguadagnarsi un sedile in Red Bull. Come ricorderete, Pierre aveva già avuto una possibilità nel 2019, venendo poi retrocesso a metà stagione in Toro Rosso per risultati deludenti.

Tuttavia, un destino ancor peggiore è capitato ad Alexander Albon, che in un anno e mezzo a Milton Keynes ha ottenuto solo due terzi posti, ritrovandosi senza sedile per la passata stagione. L’AlphaTauri ha fornito a Gasly la possibilità di crescere, portandolo anche a vincere il Gran Premio d’Italia due anni fa.

F1, Gasly pronto a sostituire Perez in Red Bull

La coppia formata da Max Verstappen e Sergio Perez è piuttosto competitiva, anche se il messicano non ha brillato particolarmente nel 2021. Il messicano, ormai un veterano della F1, ha vinto il Gran Premio di Baku, approfittando della foratura che ha colpito il compagno di squadra a pochi giri dalla fine.

Il gap di 205 punti tra il campione del mondo e l’ex Racing Point è stato, obiettivamente, troppo ampio considerando che i due avevano a disposizione la stessa monoposto, ed il mondiale costruttori è sfuggito in favore della Mercedes. Conoscendo Helmut Marko, la posizione di Checo non è poi così solida, con il contratto che andrà in scadenza alla fine di questa stagione.

Dal canto suo, Pierre Gasly spera in una nuova occasione al fianco dell’olandese, per dimostrare a tutti che merita la Red Bull e di stare in un top team della F1. Il francese è stato intervistato da “Motorsport.nl“, parlando del suo futuro e delle ambizioni di ritornare a combattere per le primissime posizioni.

Quello che succederà in futuro è ancora prematuro per parlarne ora. Ora mi sto concentrando su quest’anno, che vada nel miglior modo possibile. Ma è chiaro che voglio essere su una macchina veloce con cui poter competere. Il mio obiettivo è lottare per le vittorie. Questo è tutto ciò che conta per me. Voglio vincere gare in F1 e ho bisogno di una macchina che mi permetta di farlo. Discuteremo con Helmut quando sarà il momento giusto per farlo“.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.