Fernando Alonso al Festival di Sanremo? Autista d’eccezione (VIDEO)

Fernando Alonso è ancora amatissimo in Italia per il suo trascorso in Ferrari e anche lui non ha dimenticato il Belpaese e Sanremo.

Lo sanno tutti ormai che Sanremo è sempre Sanremo e perfino gli stranieri che hanno lasciato il segno in Italia sono rimasti legati a questo evento, tanto è vero che Fernando Alonso è arrivato all’Ariston per poter sostenere la sua cantante preferita.

Fernando Alonso (GettyImages)
Fernando Alonso (GettyImages)

Fernando Alonso è stato uno dei piloti più amati dai tifosi della Ferrari nonostante non sia mai riuscito a vincere un Mondiale, ma questo non ha di certo fermato o limitato il suo grandissimo talento sulla Rossa.

La monoposto non era mai stata la migliore del circuito, eppure la sua straordinaria abilità al volante gli ha permesso di essere uno dei migliori e di sfiorare in ben due occasioni il titolo.

L’asturiano ha anche sempre avuto un rapporto meraviglioso con il Belpaese, infatti ha avuto modo di apprezzare il popolo italiano già quando era in Renault con Flavio Briatore, suo vero maestro e scopritore che gli ha permesso di diventare uno dei migliori piloti al mondo.

Lo spagnolo ha così potuto conoscere ancora meglio l’Italia e le sua abitudini quando è stato in Ferrari e ha potuto capire come il Festival di Sanremo sia un evento assolutamente ben radicato nella cultura e nella tradizione del Belpaese.

Non sorprende dunque scoprire che Fernando Alonso abbia deciso di fare una sorpresa alla sua cantante preferita, quella Emma Marrone che è stata felicissima di postare la foto su Instagram, scrivendo che adesso finalmente hanno capito chi le dava la spinta per andare al massimo.

F1, dalla Ferrari arriva una doccia fredda: la notizia che fa arrabbiare i tifosi

Il due volte campione del mondo non ha potuto contribuire come avrebbe voluto al successo della bella pugliese, che non è riuscita a entrare nel podio, ma alla fine la pubblicità è stata davvero di primo livello.

Il 2010 e il 2012, la rabbia e la delusione di Alonso

Pensare che Fernando Alonso sia riuscito a vincere solamente in due occasioni il Mondiale di F1 è davvero incredibile, dato che la sua abilità al volante è stato un qualcosa di rarissimo e che difficilmente si era visto in altre occasioni.

Un regolarista della miglior specie, un pilota capace di calcolare al millesimo qualsiasi azione riuscendo a rispettare la macchina portandola costantemente al 100%, ma mai al 100,01%.

Insomma in lui tutti hanno visto il degno erede di campionissimi come Niki Lauda e Alain Prost e dunque è stato per questo motivo davvero uno dei più amati.

Fernando avrebbe però potuto vincere molto di più rispetto ai soli due Mondiali del 2005 e del 2006, ma se nel 2007 con la McLaren successe di tutto, sono i due mancati titoli in Ferrari che lasciano davvero l’amaro in bocca.

L’asturiano aveva soprattutto nel 2010 il titolo in pugno, ma una scellerata strategia di Stefano Domenicali, che aveva chiesto ad Alonso di controllare ad Abu Dhabi Mark Webber, secondo in classifica ma non unico contendente al titolo, e così facendo lo spagnolo si è ritrovato a metà del gruppo non riuscendo a superare per troppi giri Petrov.

L’australiano è stato tenuto a bada, ma così facendo è stato dato un assist incredibile a Sebastian Vettel che ha vinto gara e Mondiale.

La Ferrari sceglie un nome celebrativo: i precedenti sono pessimi

Con il tedesco c’è stato anche nel 2012 uno splendido testa, con Alonso che aveva portato una Ferrari non proprio competitiva a un passo dalla gloria con un’annata ai limiti della perfezione, ma quando la Red Bull ha rimesso in ordine i problemi di inizio anno è ripartita la rinascita di Seb.

Fernando Alonso (Instagram)
Fernando Alonso (Instagram)

Alonso ha lasciato davvero un grande rimpianto nel cuore dei ferraristi che però lo hanno davvero amato alla follia per quella sua abilità al volante che è stata donata solo ai grandissimi di questo sport.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.