Ferrari, in Bahrain la Rossa può vincere? Piloti e team sono ottimisti

La Ferrari arriva a Sakhir con il chiaro obiettivo di vincere la corsa. Leclerc, Sainz e Binotto non tengono troppo a freno gli entusiasmi.

Grande attesa per gli appassionati di F1 ed i tifosi della Ferrari. Alle 13 di domani, ora italiana, il Circus tornerà in pista per le prime prove libere del Gran Premio del Bahrain. Dopo una lunga attesa, il Cavallino spera di poter tornare dove gli compete, nella speranza di poter sfidare le astronavi di Red Bull e Mercedes.

Ferrari (ANSA)
Ferrari (ANSA)

Queste due squadre hanno cannibalizzato il mondiale negli ultimi anni, con Max Verstappen che è riuscito a strappare il titolo mondiale a Lewis Hamilton nel gran finale di Abu Dhabi. Dopo i test di Sakhir, la RB18 appare la grande favorita, con la Rossa seconda forza e la freccia d’argento a rincorrere.

La Ferrari è apparsa subito veloce ed equilibrata, oltre che molto affidabile. Il Cavallino ha lavorato duramente sul progetto della F1-75, la monoposto che dovrà omaggiare nel migliore dei modi il settantacinquesimo anniversario della casa di Maranello. Da ormai quindici stagioni non si vince il titolo piloti, da quel 21 ottobre 2007 in cui Kimi Raikkonen firmò un’impresa leggendaria.

L’outsider di punta è proprio la Rossa per questa stagione 2022, con questa vettura che ha fatto parlare un gran bene di sé. In molti vedono la rossa addirittura come la favorita, anche se le ultime novità tecniche portate sulla Red Bull al sabato hanno fatto aumentare le quotazioni della RB18.

Tuttavia, l’entusiasmo è alle stelle, perché immaginare una sfida che veda protagonisti dei giovani rampanti come Charles Leclerc, George Russell e Carlos Sainz contro piloti più esperti e campioni affermati come Hamilton e Verstappen non può che entusiasmare i tifosi.

Nelle ultime ore sono giunte anche delle novità importanti sul fronte Covid-19. Dopo la positività della scorsa settimana, Daniel Ricciardo è risultato negativo e sarà regolarmente a bordo della sua McLaren, costringendo Oscar Piastri a rinunciare ai suoi desideri. Tuttavia, un ex F1 di livello avrà una grande occasione, vale a dire Nico Hulkenberg. Il tedesco rimpiazzerà Sebastian Vettel sull’Aston Martin, risultato positivo nella mattinata odierna.

Ferrari, Binotto ed i piloti sono molto ottimisti

La Ferrari vuole vincere, e deve farlo per giustificare un lavoro lungo quasi due anni, che ha totalmente sacrificato il 2021 e la seconda parte del 2020. Mattia Binotto si giocherà la propria credibilità dopo tre stagioni fallimentari, nelle quali ha ottenuto appena tre vittorie, tutte nel 2019.

Carlos Sainz ha espresso tutto il suo ottimismo negli incontri con i giornalisti del giovedì, affermando: “So che sono capace di lottare per qualsiasi risultato. Non sappiamo dove sono gli avversari, ma sono convinto che non possiamo accontentarci di essere la seconda forza. Sono in F1 da molti anni e se ho del potenziale nella mia macchina, sono pronto a battermi. Devo ancora provare la monoposto in modalità qualifica e da quel momento capiremo meglio la nostra situazione“.

Mattia Binotto e Charles Leclerc, rispettivamente nel meeting con i giornalisti italiani ed in un’intervista concessa a “SKY Sport F1“, hanno dichiarato in coro: “Non possiamo firmare per un secondo posto, siamo qui per vincere e dobbiamo riuscirci dopo il grande lavoro che è stato fatto in fabbrica. La macchina va forte e ce la giocheremo, sperando di essere lì davanti“.

La pressione, in casa Ferrari, è sempre alle stelle, ma in questo 2022 lo sarà ancor di più. In queste ore, tutte le speranze ed i desideri di vittoria dei piloti, della squadra e dei tifosi sono in crescita costante, aspettando che scatti il semaforo verde. Alle prime libere mancano pochissime ore e nella Scuderia modenese c’è grande voglia di riscatto. Occorre vincere e non possono essere fatti dei calcoli inutili.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.