FIA, rivelazione sull’indagine: la Mercedes può esultare?

Il campionato di Formula 1 2021, non smette di far rumore, ma la FIA è in un ritardo clamoroso: ecco cosa sta accadendo.

Non è mai troppo tardi. Probabilmente lo sarà sia per la Mercedes che per Lewis Hamilton, che intanto non vedranno il Mondiale 2021 restituito all’inglese. La FIA però ha preso una decisione riguardo Abu Dhabi 2021, forse peggiorando soltanto le cose, visto che ormai il caso sembrava chiuso.

FIA F1, Hamilton e Verstappen (GettyImages)
FIA F1, Hamilton e Verstappen (GettyImages)

Ed invece l’ente che vigila sulle sorti della F1, dopo aver annunciato che per il prossimo anno, Michael Masi potrebbe non trovare spazio nell’organigramma, ora apre anche una indagine sull’ultima Gara dello scorso campionato. Ora, dopo l’addio alla presidenza di Jean Todt, c’è aria di rinnovamento ed a quanto pare, si vuol ripartire da un presunto errore già commesso.

F1, nuova regola per i vaccini: cambia tutto per i piloti

Una nota ufficiale della FIA farà felice la Mercedes

Si parla di errore presunto, perché fu pur sempre decisione soggettiva degli steward di Gara di Yas Marina, e chi può dire che gli ultimi giri non furono portati a termine in modo regolare? Ma sembra che questo alla FIA di oggi non interessi e che quanto meno non si vogliano scontentare subito alcune tra le scuderie più importanti del movimento.

La società ha aperto le indagini, ma non è tutto qui. I primi risultati infatti, si avranno il 18 marzo, giorno in cui inizieranno le prove libere per il GP del Bahrein, ovviamente del campionato 2022. Insomma, se si voleva fare ulteriore confusione, certamente la Fédération Internationale de l’Automobile ci è riuscita.

Mercedes, post enigmatico: annuncio in vista su Hamilton (FOTO)

Insomma, sembra che si faccia di tutto anche in ritardo, pur di accontentare la Mercedes. Dalla pazza idea del VAR in F1 ad un’indagine che entrerà a piedi uniti nel campionato del prossimo anno. Di buono, c’è che gli uomini del neo presidente, Mohammed Ben Sulayem siano al lavoro per capire in che modo modificare il regolamento, affinché questo possa avere sempre meno interpretazioni, proprio per non correre il rischio di incappare in decisioni discutibili come quella di Yas Marina.

La nota redatta dalla FIA, recita, a proposito dell’indagine che ancora non volge al termine: “In questa fase nessuna decisione è stata presa sugli eventi dell’ultimo Gran Premio ad Abu Dhabi. Come annunciato, i risultati dell’analisi saranno presentati alla Commissione di Londra del 14 febbraio dopo una discussione aperta con i piloti della F1 per poi essere approvata il giorno 18 marzo al World Motor Sport Council in Bahrain, sotto l’autorità del presidente FIA, Mohammed Ben Sulayem”.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.