fisico perfetto, ma il Lato B è mozzafiato

Naike Rivelli fa di nuovo da mattatrice, con il suo nuovo post social, dove in intimo rosso, mostra un lato B da applaudire.

Attrice, cantante, modella: Naike Rivelli è tutto (oltre che figlia d’arte). La simpaticissima figlia di Ornella Muti, ad ottobre del 2021 ha compiuto 47 anni. Ma il suo fisico non sembra sentire l’avanzare del tempo ed il suo corpo è sempre perfetto ed anche molto piacente.

Naike Rivelli (Ansa)
Naike Rivelli (Ansa)

Ed infatti la simpatica nativa di Monaco di Baviera, si diverte molto spesso a mostrarlo sui social, anche con qualche foto parecchio sui generis. Questo, le è valso negli ultimi anni, il nome di Nayked, giocando con la parola inglese che vuol dire, appunto, nuda. Ma non saranno certo le critiche a scalfire l’estrosa Naike, che anzi, continua per la sua strada.

Naike Rivelli, l’intimo rosso fa innamorare

I post della bella quarantasettenne, sono tantissimi, segno appunto che lei ama condividere le sue esperienze, oltre che le foto più calde, con i suoi follower, che sono oltre 332mila. I contenuti postati, pensate, sono 7.734. I temi che l’attrice tocca, sono tantissimi e quasi sempre il tutto è fatto in maniera scherzosa.

Anche con l’ultimo post, in video, tratta un argomento per dire il vero, molto serio, e lo fa giocando sia con le parole che mostrandosi, come spesso accade, in tutto il suo splendore. D’altra parte lei è abituata a sorprendere, come quando girò mezza nuda in casa di un famoso stilista, postando poi tutto, come al solito, su Instagram. Fisico spettacolare, décolleté perfetto e come sempre, un lato B che lascia a bocca aperta. Questo, ha mostrato stavolta la bellissima classe ’74 nel suo reel, dove indossa un intimo rosso davvero tanto aderente, soprattutto in basso.

Il perché è presto detto. Per protestare contro chi indossa ancora pellicce di pelle animale vera. A quanto pare, la Rivelli si rivolge a qualcuna che ne ha messa addosso una, durante la fashion week. Lei protesta e fa capire, restando in intimo, che a febbraio in Italia fa già caldo da poter mettere qualcos’altro, per poi abbandonare il tono scherzoso e lanciare una sfida: “Ma poi l’avessi indossata quando non c’era informazione, ma adesso l’informazione c’è”, dice, prima di mandare un bacio di scherno. Insomma che nel 2022 ci sia ancora chi indossa pellicce ricavate dalla morte di poveri animali, proprio non le è andata giù.

 

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.