George Russell, il gesto per Michael Schumacher emoziona tutti

C’è qualcosa di diverso nelle nuove foto di George Russell: ha cambiato casco ed ha un motivo preciso per questo.

Ultimamente, la Mercedes si sta affidando molto alla figura del nuovo promettente pilota, George Russell, inglese come Hamilton. Il ragazzo di King’s Lynn in un video, ci ha mostrato com’è pilotare una Mercedes.

George Russell (GettyImages)
George Russell (GettyImages)

Nei giorni precedenti, al suo arrivo, fu subito foto con la maglia della scuderia, mentre da poco sono giunte quelle con la nuova tuta e soprattutto il nuovo casco del ventiquattrenne. Novità: non sarà più rosso e c’è un perché.

Michael Schumacher, arriva l’annuncio: i fan sono già in estasi

La storia del casco di George Russell

Il britannico ha sempre indossato caschi rossi. Sia quando vinse il mondiale di GP3 che quando nel 2018 replicò con la F2, l’inglese infatti ne aveva uno di quella colorazione, che poi ha portato con sé in F1, dove correrà nel 2022 per il suo quarto anno. E per la prima volta però, senza un casco rosso.

Questo, perché la colorazione che ha sempre scelto, gli ricordava Michael Schumacher. Proprio per rispetto del tedesco però, adesso ha deciso di cambiare. Già una volta, quando corse la sua prima Gara in Mercedes per sostituire Hamilton, ovvero al Bahrain 2020, chiese di modificare il suo casco e metterci un po’ di nero in più. Quest’anno invece, sarà proprio nero con delle linee di bianco e rosso. Molto bello, davvero, per l’inglese che svela come mai oggi è proprio della Mercedes.

Dove è nato Michael Schumacher? La sua storia è davvero incredibile

Al neo arrivato a Brackley, è stato ovviamente chiesto come mai lui che aveva mantenuto sempre la stessa tradizione per il casco personale, abbia cambiato ora, insieme al cambio di team. La risposta è molto semplice: “Un casco rosso su una Mercedes, per me è Michael Schumacher. Voglio rispettarlo, ed è per questo che sto andando in una direzione diversa nel 2022. Penso che il design abbia successo, lo descriverei persino come audace. È aggressivo e cool e spero che piaccia ai fan. Lo vedrete presto in pista!”, ha spiegato il classe ’98. Schumi infatti, corse in Mercedes dal 2010 al 2012.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.