il Dottore entusiasma i fan

Manca sempre meno all’inizio del campionato 2022 di MotoGP, a breve, correrà quindi anche il team di Valentino Rossi.

Sembra proprio che Valentino Rossi lo abbia fatto apposta. Creare un team a suo nome, ora che dopo più di vent’anni si è ritirato. Così, siamo certi che per la prima volta non leggeremo il suo cognome nelle griglie della MotoGP, ma ecco che nasce il Team VR46. Un po’ come per farcene sentire meno la sua mancanza.

Valentino Rossi (Ansa)
Valentino Rossi (Ansa)

Il centauro di Tavullia ha già fatto una promessa ai giovani piloti della sua nuova scuderia, che in Qatar vedranno per la prima volta ufficiale, correre le moto di questo team. Sono due giovani, il fratello minore di Valentino, Luca Marini e l’esordiente, anche lui italiano, Marco Bezzecchi. Entrambi, saliranno a bordo di una Desmosedici.

Valentino Rossi, niente Ducati VR46 nel 2022: la spiegazione del Dottore

La seconda vita di Valentino Rossi

Valentino, che tra l’altro a breve diventerà anche papà, con tanto di cameretta già pronta, non smetterà certo di correre, iniziando a guardare i suoi ragazzi da un vetro. Quello, lo farà solo nei giorni dei GP, mentre tante competizioni del mondo minore di motori, vedranno certamente partecipare l’ex pilota motociclistico nato ad Urbino.

Come se gli impegni da dirigente, tra sponsor, contratti, vittorie e tanto altro, non fossero già abbastanza. Anzi, stando a quanto riporta SportMediaset, il classe ’79 che ha vinto sei mondiali di MotoGP, Rossi mostra già entusiasmo per la sua prossima presenza al GT World Challenge Europe. Ecco cosa ha detto il quarantatreenne: “Bellissimo, saranno dieci gare quindi è un bel campionato. Vediamo, sono curioso di capire quanto sono competitivo“.

MotoGP, il boss Carmelo Ezpeleta fa a pezzi la F1: parole infuocate

Ci sarà sempre quindi, a quanto pare, un Valentino Rossi da poter tifare in giro per il mondo, anche se non più in sella ad una moto. Lì, come detto, per adesso ci saranno Marini e Bezzecchi e chissà quanti, nei prossimi anni. Ad ogni modo, per chi non avesse deciso ancora con quale pilota schierarsi ora che The Doctor è andato via, l’idea di sostenere il suo team potrebbe essere una soluzione. Ancora Valentino, ha parlato anche del prossimo campionato: “È una stagione importantissima, perché facciamo l’esordio in MotoGP ed è il coronamento di un sogno. E poi ci sono tanti piloti da seguire, siamo quasi pronti per iniziare”, ha detto.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.