il retroscena che nessuno conosce

Una strategia per portare Fernando Alonso in McLaren: ecco cosa successe veramente, quasi vent’anni fa in F1.

Il 2005, fu un anno storico per la Formula 1, perché mai prima d’allora un campionato della classe regina delle monoposto, era stato vinto da un pilota spagnolo. Ovviamente, chi portò per primo il titolo iridato a casa, fu Fernando Alonso, all’epoca ventiquattrenne.

Fernando Alonso in Renault (Getty Images)
Fernando Alonso in Renault (Getty Images)

Oggi, lo spagnolo non ha smesso di cercare la vittoria che per lui manca dal 2006, nonostante abbia deciso di accasarsi in un team apparentemente con velleità minori, come la Alpine. Addirittura, ha anche propinato alla scuderia, una bella strigliata, per far capire bene le sue intenzioni. Ma ci sono anche retroscena della sua carriera, che nessuno conosceva.

Alonso promuove il nuovo rookie della F1: “E’ un bene per tutti”

Alonso alla McLaren grazie de la Rosa?

A parlarne, è il connazionale, Pedro de la Rosa, che per chi non lo ricordasse è un altro buon ex pilota spagnolo, lontano dalle potenzialità di Alonso, ma che comunque ha ben figurato nei Mondiali di F1 dal 1999 al 2006 e poi dal 2010 al 2012, prima di chiudere con la HRT. Ciò che però lo spagnolo ha rivelato a DAZN, fa di lui un ottimo dirigente, ruolo per cui a quanto pare, era stato preso dalla McLaren.

Prima ovviamente, lo spagnolo correva e vinceva in Renault, a proposito, proprio una sua Renault è ora all’asta; ma a volerlo fortemente appunto, era la McLaren. Ed ecco che come racconta in 2005, l’anno che ha cambiato le nostre vite, entra in ballo de la Rosa. Ma solo come intermediario, ecco perché.

Alonso, ecco come sta dopo l’operazione: lo spagnolo svela tutto

Ad avere l’idea su come accaparrarsi il fortissimo asturiano prima di tutti, fu il boss McLaren, Ron Dennis, che chiamò de la Rosa a campionato in corso e gli disse di precipitarsi ad andare a fare un’offerta per Alonso. A quel punto, lo spagnolo rispose che lo avrebbe fatto durante il 2006, visto che il contratto del connazionale sarebbe scaduto e quindi nel 2007, la McLaren sarebbe stata libera di averlo. Ma è qui che Dennis gli spiega perché farlo immediatamente. Ecco il racconto di de la Rosa: “E lui ha risposto ‘no, Pedro , non mi hai capito. Deve essere prima che sia incoronato campione del mondo, perché voglio che sappia che l’interesse nasce prima che sia campione, perché quando lo sarà, tutti lo adoreranno. Ma io lo voglio ora’”.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.