Joan Mir sorpreso da Suzuki, poi la mezza frecciatina a Marquez

Non ci saranno solo le Suzuki, con Joan Mir e Rins per il Mondiale, Quartararo è l’uomo da battere, ma c’è anche Marquez.

Joan Mir, ha già vinto un Mondiale nel 2020 e lo ha fatto in Suzuki. Ma se l’appetito vien mangiando, è ovvio che al classe ’97 sia andato abbastanza stretto l’ultimo terzo posto, dove a finirgli davanti sono stati sia Quartararo che Bagnaia.

Joan Mir (Getty Images)
Joan Mir (Getty Images)

La realtà dei fatti è che comunque le moto non si guidano da sole, e certamente la bravura dei nuovi colleghi in crescita e le sue responsabilità, non gli hanno dato il bis. Ma non è tutto. La casa di Hamamatsu, non deve dimenticare che due piloti come Mir ed anche Alex Rins, non hanno di certo i pensieri sgombri, se non gli viene rinnovato un contratto a scadenza dicembre 2022.

Davide Brivio ancora in Suzuki? Alex Rins esce allo scoperto

Joan Mir pensa solo al campionato

E di fatto, la trattativa col maiorchino va avanti a rilento, non è detto che proprio lo spagnolo non abbandoni, dopo quattro anni di onorata militanza. Per ora però, Joan Mir ha deciso di non farsi distrarre, visto che al campionato manca sempre meno. Da Sepang, il ventiquattrenne ha fatto sentire la sua voce: So che Suzuki ha lavorato molto, più di quanto mi aspettassi. Bisogna considerare che con questa moto hanno vinto un titolo. L’anno scorso è migliorata, ma non così tanto come le altre. Questo non è buono per i giapponesi”.

Secondo lo spagnolo, in Suzuki avrebbero finalmente capito che il lavoro dell’anno precedente non basta, e quindi si sarebbero messi in riga per dei miglioramenti. Dopo aver trattato di ciò che avviene in pista però, Mir non ha dimenticato di tornare sul tema ingaggi, spiegando che non è certo l’unico ad avere un contratto che scade nel 2022 e che in Suzuki dopotutto sta bene. Ma ha aggiunto: “ma è anche vero che i cambiamenti in certi momenti possono essere positivi”.

Joan Mir fa tremare la Suzuki: dichiarazioni scioccanti

Ma d’altra parte marzo del 2022 arriverà e dei test di cui si dice soddisfatto, il ragazzo di Palma de Mallorca dovrà pur farci qualcosa. In pista però sta tornando anche un altro iberico, Marc Marquez, e Mir lo sa bene: “Marquez è tra i candidati al titolo, lo è stato negli ultimi dieci anni e sicuramente sarà tra i favoriti. Non lo metterei in cima alla lista, ma ci sarà. Metterei Fabio in cima, se l’è guadagnato perché è il campione, ma ci saranno diversi che possono lottare per il titolo”, ha detto sinceramente Mir.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.