Jonathan Rea, il segreto per battere Toprak Razgatlioglu

Jonathan Rea pronto a riprendersi il titolo mondiale SBK sfilato nelle mani di Toprak Razgatlioglu. E detta la linea ai box Kawasaki.

Jonathan Rea ha festeggiato il suo 35° compleanno il 2 febbraio. Dopo Alvaro Bautista è il secondo pilota più anziano della Superbike, ma non c’è nessuna intenzione di pensare al pensionamento. Contratto in scadenza a fine anno con Kawasaki Racing e la certezza di voler continuare insieme. Dopo sei anni da campione partirà da inseguitore, nel 2022 è Toprak Razgatlioglu il nuovo riferimento. Durante la pausa invernale si è potuto godere un periodo di maggiore relax, senza i tanti impegni commerciali che toccano al campione in carica.

Jonathan Rea (GettyImages)
Jonathan Rea (GettyImages)

Guarda al bicchiere mezzo pieno il nordirlandese. La pressione sarà tutta incentrata sul rivale turco della Yamaha. “Toprak è il ragazzo da battere? Bene vediamo! Sarebbe sciocco scommettere contro di lui, inizia come favorito. Sono curioso di vedere come si comporterà nel 2022. Ci sono tanti giovani piloti che sono saliti sul podio nel 2021, è stato incredibile!“, dichiara in un’intervista a WorldSBK.com. Jonathan Rea si aspetta una stagione altrettanto combattuta o forse più, dove si unirà anche Alvaro Bautista con la Ducati Panigale V4R. “Sono sicuro che dopo tre o quattro round capiremo l’evoluzione del campionato ma io sono concentrato solo su me stesso“.

Marquez e la Honda da Mondiale? Dall’interno una voce clamorosa

Jonathan Rea e il segreto per la vittoria

Non ha perso motivazione il Cannibale del KRT, non ha nessuna intenzione di pensare ad un possibile addio alle corse. “In questo momento non ci penso… Voglio vincere, cercare di fare del mio meglio in Kawasaki e anche divertirmi“. L’obiettivo è riprendersi quello scettro iridato scivolato nelle mani del pilota turco della Yamaha. Ha già testato alcuni aggiornamenti lo scorso dicembre, a gennaio è ritornato in pista ad Aragon, fra pochi giorni sarà a Portimao per seguire gli sviluppi della sua Ninja.

MotoGP, Ezpeleta durissimo con Marquez: non vuole sentire ragioni

Per battere Toprak serve un pacchetto tecnico competitivo e da parte sua il sei volte campione proverà a commettere meno errori: “Mi è piaciuto molto il 2021 perché ho imparato tanto, ero molto veloce e le battaglie in gara sono state incredibili. Per il 2022 il mio obiettivo è fare meno errori. Come possiamo riuscirci? Dobbiamo migliorare il pacchetto tecnico della moto – ha concluso Jonathan Rea -. Al momento le prime impressioni sulla moto sono ottimiste, la moto è più agevole quando la spingo al limite“.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.