Jorge Martin, arriva la dedica a Valentino Rossi: parole incredibili

Il pilota spagnolo del team Pramac ha omaggiato Valentino Rossi con un messaggio da brividi. Lo spagnolo ha grandi obiettivi nel 2022.

La rovinosa caduta nel primo Gran Premio della stagione non ha lasciato strascichi nella testa di Jorge Martin. Il ducatista si è preso un grande spavento quando Pecco Bagnaia è scivolato e lo ha trascinato nella ghiaia. L’impatto è stato pesante con il rischio che le moto carambolassero sui corpi dei centauri. Jorge Martin e Pecco Bagnaia per fortuna non hanno riportato guai fisici a seguito dell’incidente.

Valentino Rossi (Ansa Foto)
Valentino Rossi (Ansa Foto)

Entrambi sono andati in estrema difficoltà in Qatar, non riuscendo a trovare il giusto passo. In questo inizio di stagione la Desmosedici GP22 ha riscontrato numerosi problemi e nessuno dei centauri è riuscito a trovare il miglior feeling con la nuova moto. Sulla GP21, invece, Enea Bastianini del team Gresini è stato autore di una gara perfetta che lo ha portato sul primo gradino del podio. Un successo inaspettato, il primo della sua carriera, che ha fatto accendere un campanello d’allarme ai ducatisti in sella alla moto 2022.

Come se non bastasse Jack Miller, pilota ufficiale del team Ducati, si è ritirato per problemi di elettronica. Jorge Martin ha spiegato che la moto soffre in accelerazione. Se il bolide poi perde metri in uscita di curva per recuperare il lungo le temperature delle gomme si alzano di conseguenza. Ciò significa cambiare stile di guida. Proprio una staccata errata ha condannato il vice campione 2021 ad una rovinosa caduta, franando sull’altra Ducati di Jorge Martin. Un inizio da incubo.

Il pensiero di Jorge Martin per Valentino Rossi

A Valencia, nell’ultima tappa del mondiale 2021, Jorge Martin ha vissuto in pista il passo d’addio di un’autentica leggenda delle due ruote. Valentino Rossi si è ritirato dopo 26 anni trascorsi ai massimi livelli nel Motomondiale. Il centauro di Tavullia ha deciso di dire basta dopo un’annata molto amara. Senza più ambizioni mondiali, VR46 correva, nel team Yamaha Petronas, solo per divertimento e, secondo molti, avrebbe potuto appendere il casco al chiodo prima, ma il Dottore continuava ad attirare le folle.

In una interessante intervista alla Gazzetta dello Sport, al riguardo Jorge Martin ha dichiarato: “Lo vivo come un cambio di era: è un vuoto che ha lasciato, ma c’è il suo team. E se sei tifoso di Valentino è perché ti piacciono le moto e quindi anche le gare, e queste continueranno a esserci. Se diamo spettacolo la gente resterà legata al nostro sport anche senza Vale“. Un messaggio importante dello spagnolo che nutre una grande ammirazione per il pesarese.

Oggi la MotoGP propone un campionato imprevedibile, molto divertente e ricco di spunti, come ha dimostrato il primo Gran Premio della stagione. Il successo di Enea Bastianini è stato un bel segnale, ma anche nelle classe minori hanno vinto dei piloti italiani. Il nove volte campione del mondo ha dato tanto al motociclismo, riuscendo a catalizzare l’attenzione sulla top class. La MotoGP ha acquisito tantissimi nuovi fan grazie alle gare epiche dell’italiano. Il team VR46 sosterrà tanti altri talenti con un sogno, da quest’anno anche in MotoGP. Un campione indimenticabile che continuerà la sua carriera nel Motorsport sulle quattro ruote nel campionato Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.