La Ferrari vola | Red Bull nel mirino della FIA?

Le tre principali notizie della settimana raccolte per voi. Il nuovo motore Ferrari fa sognare i fan, la Red Bull attenzionata dalla FIA e il render della nuova Fiat Panda Abarth.

La Ferrari nei test catalani ha percorso il maggior numero di giri rispetto ai competitor. Una affidabilità nata dal grande lavoro del team, durante l’inverno. Il nuovo regolamento tecnico ha spianato la strada ai tecnici di Maranello nel progetto della monoposto ad effetto suolo. I feedback dei piloti e le parole dell’ingegnere Mattia Binotto hanno già fatto sognare i tifosi. Il team principal, da esperto motorista, ha puntato molto sul nuovo motore.

Ferrari (Twitter).
Ferrari (Twitter)

La nuova PU è stata soprannominata Superfast. Gli ingegneri hanno lavorato ad una nuova camera di combustione (ICE), con una completa riprogettazione del blocco tradizionale. La nuova PU ha un’architettura V6 molto bassa e compatta per avere un’aerodinamica più estrema al posteriore. La camera di combustione, capace di eseguire una fase di esplosione con tempi di accensione repentini, ha dato il nome alla nuova Power Unit 2022.

Tutto è stato pensato per essere usato fino al 2025, considerato il congelamento delle Power Unit per tre anni. La Ferrari ha acconsentito ad una tale riforma con la consapevolezza di poter lottare per il vertice. Charles Leclerc e Carlos Sainz sognano di lottare per la vittoria in tutti i weekend per aprire un ciclo. Il Presidente Elkann ha da tempo fatto proclami gloriosi, ora spetta alla squadra dimostrare di essere all’altezza del ruolo.

Ferrari affidabile, prime grane per la Red Bull?

In casa Red Bull l’atmosfera non è così serena. Helmut Marko ritiene che la squadra austriaca farà parte del gruppo di vertice, ma un ingegnere anonimo ha rilasciato delle dichiarazioni inquietanti sul quotidiano Auto, Motor und Sport. Alcuni team nei test di Barcellona si sono un po’ nascosti, ma la questione ruoterebbe sulla interpretazione del regolamento tecnico.

Dai dati CAD per il controllo di legalità degli aggiornamenti è già evidente che alcuni team stanno escogitando soluzioni non del tutto in armonia con lo spirito del regolamento“, ha dichiarato l’ingegnere al magazine tedesco. La RB18 ha colpito gli addetti ai lavori e gli appassionati di tecnica, in particolare per la soluzione tecnica dei sidepod. Adrian Newey potrebbe aver trovato l’ennesima genialata della sua brillante carriera, estraendo il coniglio dal cilindro.

Gli altri top team hanno osservato la vettura del campione del mondo Max Verstappen con una certa curiosità. Se dovesse ottenere risultati clamorosi già a partire dal GP del Bahrain potrebbe succedere di tutto. La danza dei ricordi è sempre un tema caldo in F1, specialmente con i cambi regolamentari.

La FIAT proporrà una Panda Abarth?

La Panda rimane una delle auto più vendute e amate dagli italiani. Un’utilitaria che potrebbe avere una variante pepata in futuro, ossia la versione Abarth. Il designer Tommaso D’Amico ha lanciato un video molto interessante sul proprio canale YouTube che mette in mostra le linee di un’auto dalle linee decise e molto cattive.

Il modello ricorda la Fiat Centoventi, proiettandosi sul futuro del marchio italiano. L’Abarth rappresenta un sogno per tanti giovani per le prestazioni sportive, per questo motivo D’amico ha pensato l’auto con un motore a benzina, un 1.4 turbo AT e con 180 cavalli. La vedremo nel 2023? Lo scopriremo solo vivendo, intanto vi lasciamo alle immagini del render della Panda Abarth.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.