la rivelazione sul pilota MotoGP

Suppo, ex team manager in MotoGP, fa un’ammissione su un pilota che avrebbe voluto portare in Honda al fianco di Marquez.

Per Pol Espargarò il 2022 sarà un anno molto importante, dato che il suo contratto scade a dicembre e deve guadagnarsi la conferma nel team Repsol Honda. Dovrà fare risultati molto migliori rispetto allo scorso campionato per meritare il rinnovo.

Livio Suppo (GettyImages)
Livio Suppo (GettyImages)

Marc Marquez ha un contratto fino al 2024 e ovviamente la sua posizione non è assolutamente in discussione. Resta da capire chi sarà il suo compagno di squadra nel prossimo biennio. L’ex pilota KTM vuole ottenere la conferma e darà il massimo per questo obiettivo, sperando che nel frattempo la casa di Tokio abbia realizzato una RC213V più facile da guidare. La moto è un grande problema di tutti i rider Honda che non sono Marc Marquez.

Marquez tornerà a lottare per il titolo”: in Honda ci credono

MotoGP, Suppo consiglia Joan Mir alla Honda

La Honda valuterà i piloti attualmente sotto contratto, compresi Alex Marquez e Takaaki Nakagami che corrono con la squadra satellite LCR, ma è possibile che vada a pescare un nuovo nome da un altro team. Già ne sono circolati alcuni, due in particolare: Fabio Quartararo e Joan Mir.

Livio Suppo, che ha lavorato diversi anni in Honda come team manager, in un’intervista a GPOne.com ha detto il suo preferito per l’eventuale sostituzione di Espargarò: “Io nel 2017, ultimo anno in cui lavorai in MotoGP, iniziai a parlare con il manager di Mir. A me Joan piaceva molto e la penso ancora allo stesso modo. Ha vinto il Mondiale a 22-23 anni, ha già esperienza, è veloce e ha l’intelligenza di capire fino a dove spingersi. Lo avrei preso per sostituire Pedrosa. Punterei su di lui”.

Suppo si era già sbilanciato facendo il nome di Mir nelle settimane scorse e lo ha rifatto nuovamente. A suo avviso sarebbe un pilota adatto per entrare nel team Repsol Honda e affiancare un otto volte campione del mondo come Marc Marquez. Anche lui ha vinto dei titoli, due, e dunque sa cosa significa vincere. Potrebbe essere l’innesto giusto nel caso in cui nessuno dei piloti attuali legati a HRC convincesse nel 2022.

Joan Mir lascia la Suzuki? Ecco come va la trattativa

Lo stesso Mir ha un contratto in scadenza con la Suzuki e farà le sue valutazioni in questi mesi. I rapporti con la casa di Hamamatsu sono buoni, però lui vuole stare davanti e prenderà una decisione sul futuro basandosi sul team che gli darà più garanzie tecniche.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.