Lance Stroll attacca la F1: “Atteggiamento davvero ridicolo”

Il Mondiale di F1 della stagione 2021 è giunto da poco al termine, ma le polemiche non si sono ancora placate rianimate da Lance Stroll.

La Aston Martin è stata tra le prime Scuderie a mostrare al mondo la sua nuova vettura con Sebastian Vettel e Lance Stroll che hanno ovviamente presenziato all’evento per poter far vedere cosa guideranno quest’anno, ma il canadese aveva ancora qualche sassolino da togliersi dalla passata stagione.

Lance Stroll (GettyImages)
Lance Stroll (GettyImages)

Il Mondiale del 2021 è stato sicuramente uno dei più accesi e combattuti degli ultimi anni ed è innegabile che la competizione sia stata molto dura ma allo stesso tempo sempre nei termini della lealtà e del rispetto tra Max Verstappen e Lewis Hamilton.

Non ci sono dubbi inoltre sul fatto che i due se le siano date di santa ragione e che il finale di Abu Dhabi abbia lasciato veramente tanti dubbi e perplessità per come si è concluso.

In molti sono stati favorevoli alla decisione di Michael Masi, in particolare di recente si è espresso in modo favorevole l’ex Campione del mondo del 1978 Mario Andretti che ha spiegato come per lui non si potesse concludere un Mondiale del genere con la Safety Car.

Chi invece non la pensa per nulla così è Lance Stroll, pilota canadese che si è sempre mostrato molto amico di Lewis Hamilton e che durante la presentazione della monoposto si è pesantemente scagliato contro Masi e la Federazione.

La coerenza non è parte del nostro sport e penso che quello successo ad Abu Dhabi non sia giusto e sia ridicolo. Le regole sono chiare e per poter ripartire dopo la Safety Car tutte le macchine devono tornare in posizione, non possono solo metà

F1, l’Aston Martin “ruba” un pezzo grosso alla Ferrari: ecco di chi si tratta

Lance Stroll ha anche aggiunto che non è possibile che le regole vengano modificate a piacimento durante la gara e che possano essere valide in un’occasione ma non in un’altra solamente per fare contento il pubblico e dare spettacolo.

“La macchina è migliorata” afferma Lance Stroll

La parte fondamentale però nell’intervista di ieri è stato sicuramente il discorso legato alla nuova monoposto, quella AMR22 che dovrà obbligatoriamente essere migliore rispetto a quella dell’anno scorso.

Sebastian Vettel infatti si era già espresso dichiarandosi molto deluso della stagione appena trascorsa, con la Scuderia e i piloti che si aspettavano molto di più, ma già Stroll si sta dicendo fiducioso per l’anno che verrà.

Ogni anno ci saranno dei passi in avanti e dei miglioramenti e anche nel 2022 credo che avremo dei benefici. Ci vorrà però del tempo perché la Scuderia è molto cambiata e sono entrati molto volti nuovi all’interno dell’azienda e dunque ci vorrà calma e pazienza.”

Stroll ha poi affermato che non ci saranno certezze fino a quando non si vedranno in pista i miglioramenti della monoposto ed è proprio questo il bello della F1, perché è un qualcosa sempre in divenire e nulla di scritto e certo.

L’Aston Martin però ha tutte le intenzioni migliori per non disputare quella stagione anonima che ha vissuto quest’anno, con un settimo posto troppo lontano e vendendo così considerata superiore al trio Haas, Alfa Romeo e Williams, ma anche tremendamente e inaspettatamente indietro rispetto ad Alpine e Alpha Tauri.

Il dramma di Verstappen ad Abu Dhabi: “Il dolore era insostenibile”

Sicuramente in Inghilterra ci si aspettava molto di più dal ritorno dell’Aston Martin in F1, ma è normale che gli inizi non sono mai facili e un anno di adattamento viene concesso a tutti, dunque ora tutti aspettano la Scuderia alla prova del nove in questa nuova stagione con Vettel e Stroll chiamati a superarsi.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.