Lancia Delta HF Integrale: ecco come potrebbe essere

La casa automobilistica ha confermato che a breve vedremo una nuova Lancia Delta, l’attesa è alle stelle: come sarà?

Il gruppo Stellantis, include anche la fabbrica torinese molto rinomata in tutto il mondo, Lancia. Ed è proprio dal Piemonte che arrivano conferme da un po’ di tempo, sulla possibile uscita di una nuova Delta. Sarà la Lancia Delta HF Integrale e da quanto si può immaginare dai primi rendering, saranno davvero molto belle.

Lancia (AdobeStock)
Lancia (AdobeStock)

Non potremo godercela subito, non prima del 2028, almeno da quanto fanno sapere proprio dall’azienda Lancia, quindi intanto di dettagli ne conosceremo sempre di più per tanto tempo. Per adesso è più imminente la vista della vera Ferrari Purosangue, il primo SUV del Cavallino, che uscirà tra poco, intanto però la Delta continua ad essere un vero simbolo italiano.

Le idee sulla prossima Lancia Delta, cosa compreremo

La Delta Integrale, nello specifico, fu usata anche per dei campionati di rally a metà anni Ottanta e vanta due vittorie: il campionato 1988 e quello 1993. Quella basta cercarla su internet, anche se i veri appassionati la ricorderanno benissimo, ma come sarà quella che uscirà quasi mezzo secolo dopo? La risposta precisa come detto, non l’avremo fin quando la Lancia non ci farà vedere lo scatto di qualche pezzo, ma i primi video grafici ci sono già.

Innovativa e futuristica, come la Volkswagen ID.2 che sfida la Tesla, vorremmo scoprirne i particolari. Ed allora, ringraziamo il designer ed architetto italiano, Tommaso D’Amico, che si è impegnato a ricostruire una vettura che potrebbe essere fedele a quelle reali che usciranno tra sei anni. Dal suo video, che vi lasciamo in basso, possiamo già ammirare le forme e le caratteristiche, che, ripetiamo, non è detto siano tutte azzeccate, ma potrebbero darci già uno sguardo sul futuro.

Si parte dai quattro fari che non verrebbero assolutamente toccati, vero cavallo di battaglia di questo modello dell’azienda torinese, mentre nell’idea di D’Amico, parafango e alettoni verrebbero allargati di poco. Le prestazioni? L’idea è quella di un cambio automatico e AWD ed un motore 2.0 turbo AT8 benzina da 350 CV, mentre all’interno le nuove tecnologie andranno a contrapporsi ad un design che ricorda molto il successo delle prime Delta, cui primo modello fu prodotto dal 1979 al 1999 ed una seconda edizione, dal 2008 al 2014.

FONTE: YOUTUBE

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.