Marko ha solo parole al miele per lui

Max Verstappen si è dimostrato ancora una volta un pilota eccezionale e unico, con l’olandese che anche in Canada è stato perfetto.

Ci sono dei piloti che riescono a realizzare dei capolavori assolutamente straordinari nel corso della propria carriera e il successo di Max Verstappen in occasione del Gran Premio del Canada è sicuramente una di quelle prestazioni che riescono a entrare nella storia, con l’olandese che ha saputo respingere colpo su colpo gli attacchi di Sainz mantenendo così il primo posto in pista.

Max Verstappen Red Bull (Ansa Foto)
Max Verstappen Red Bull (Ansa Foto)

La Red Bull si sta avviando sempre di più al successo del secondo Mondiale piloti consecutivi e soprattutto il primo costruttori dopo il grande dominio all’inizio del decennio scorso, con la Scuderia austriaca che ha perso però punti sulla Ferrari causa il ritiro di Sergio Perez.

La prestazione della Rossa è stata probabilmente più performante rispetto a quella della Red Bull, peccato però che non ci sia stata la possibilità di superare Verstappen in pista da parte di Carlos Sainz, con lo spagnolo che si è trovato di fronte un vero e proprio muro insuperabile.

Il campione del mondo in carica infatti ha disputato una gara a dir poco perfetta, non sbagliando nulla e riuscendo sempre a respingere gli attacchi dell’ex pilota spagnolo della McLaren, realizzando così un vero e proprio capolavoro che gli permette di allungare di altri 15 punti su Charles Leclerc.

A promuoverlo a pieni voti ci ha pensato Helmut Marko che ha dichiarato senza peli sulla lingua ai microfoni del canale austriaco ORF:” La pressione di Sainz a fine gara è stata incredibile, ma Max non è riuscito a staccarsi da Carlos così tanto da non poter più guidare con l’alettone posteriore aperto, per questo la Ferrari è stata significativamente più veloce di noi nel secondo tratto di pista, ma Verstappen ha guidato in maniera perfetta.”

La sua prestazione infatti è stata davvero sontuosa e favolosa, con il campione in carica che non ha mai lasciato lo spazio adatto a Sainz per poterlo superare, anzi è stato lo spagnolo a rischiare sempre di più a fine gara sbagliando la curva che lo avrebbe potuto avvicinare sempre di più a Verstappen.

Verstappen vola nel Mondiale, ma la Red Bull non è perfetta

Nonostante il Mondiale stia volando sempre di più verso l’Austria la RB18 non sembra ancora essere perfettamente la vettura migliore che si possa trovare in tutto il circuito, anche perché le sue prestazioni in questo momento sembrano essere molto altalenanti.

Il ritiro di Perez è stato causato da un guasto idraulico, esattamente ciò che era successo a Sainz a Baku, mentre Verstappen si è ritrovato a dover soffrire e non poco la pressione dello spagnolo, con questi che aveva un passo gara decisamente superiore ma che non riusciva in alcun modo a superarlo.

Marko ha spiegato come il peso della monoposto sia ancora davvero molto alto e che non ci sia la possibilità di poter abbassarlo ancora di più, per questo motivo ci dovranno essere dei miglioramenti nel corso della stagione, in particolare già in vista delle prossime gare che possono parlare sempre di più Ferrari.

Intanto però Verstappen si gode il primo posto in classifica con grande margine sul rivale monegasco, al termine di una prestazione davvero eccezionale e favolosa che sta consacrando così il campione del mondo in carica come una vera leggenda dell’automobilismo.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.