Marquez, il suo nuovo compagno di team? La Red Bull spinge lui

Neanche è partita la stagione 2022 che in MotoGP si pensa già al mercato piloti. E c’è interesse su chi affiancare a Marc Marquez in Honda.

Il Motomondiale scalda i motori e nel weekend si parte con la stagione 2022 dal Qatar. Dopo le due sessioni di test, nella MotoGP il quadro sembra essere ancora poco chiaro, viste le tante moto competitive. Di sicuro la Ducati con Pecco Bagnaia è tra le favorite, ma occhio anche al campione in carica Fabio Quartararo e al solito Marc Marquez, che dopo due stagioni difficili a causa degli infortuni, vuole prendersi una rivincita.

Marc Marquez (foto profilo ufficiale Facebook)
Marc Marquez (foto profilo ufficiale Facebook)

Ma neanche è cominciato il nuovo campionato che già impazza il mercato piloti per la prossima stagione. Di solito era l’estate il periodo dedicato ai rinnovi o ai nuovi acquisti, ma nelle ultime stagioni si sta sempre più affermando la “moda” di decidere la nuova line-up fin dai primi GP. E tra le scuderie più ambite c’è la Honda ufficiale.

Chi accanto a Marquez nel 2023?

Se si da un’occhiata alla griglia della MotoGP 2022, già adesso si può dire che tutto potrebbe essere stravolto il prossimo anno. Fabio Quartararo sarà ancora un pilota Yamaha e Joan Mir un ufficiale Suzuki? Anche perché il campione del mondo sogna una moto competitiva e dopo le polemiche con la Yamaha, sono già diverse le case pronte a fargli un’offerta importante. Così come all’iberico, ex campione 2020, che è pronto per il salto di qualità.

Ma è la Honda HRC a destare i maggiori interessi. E q quanto pare, secondo Mowmag, per trovare il nuovo compagno di Marquez per la prossima stagione Red Bull si sta muovendo la Red Bull in prima persona. Segno che c’è grande voglia per avere un pilota particolare al fianco del talento di Cervera. Ed è un altro spagnolo, la sorpresa della scorsa stagione e già ritenuto da molti l’erede proprio di Marquez: Pedro Acosta.

L’iberico, campione del mondo Moto3, è approdato in questa stagione alla Moto2. E dopo i primi test a Jerez sembra essere già il favorito numero uno per il titolo. Un’ascesa impressionante quella di Acosta, che già in molti volevano da quest’anno in MotoGP, proprio come successo qualche anno fa con Jack Miller. ma è stato lo stesso talento iberico a frenare i facili entusiasmi, affermando di voler fare la gavetta come tutti e arrivare alla classe regina per gradi.

Il piano Red Bull per Acosta

Acosta è cresciuto con KTM, che ancora oggi lo supporta in Moto2. Ma la realtà è che il progetto della casa austriaca in MotoGP al momento non sembra così appetibile per un talento come il suo. Per questo, secondo indiscrezioni, la stessa KTM potrebbe lasciarlo andare senza problemi. Ed è qui che entra la Red Bull, che a livello globale ha legato il suo marchio ai maggiori talenti in campo motoristico. E intravede in Acosta la nuova gallina dalle uova d’ora.

L’obiettivo è di portarlo già nel 2023 in Honda, al più tardi nel 2024. La volontà però è quella di creare un super-team con Marc Marquez. In compenso, sempre secondo Mowmag, Alex Marquez verrebbe girato alla KTM come contropartita. E se Pedro Acosta vincesse all’esordio il titolo in Moto2, il salto sarebbe immediato, passando proprio per il team di Lucio Cecchinello, per cui corre ora il più piccolo dei Marquez. Un anno di apprendistato, prima del passaggio al team ufficiale.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.