Mattia Binotto smorza gli entusiasmi: i tifosi già temono

Mattia Binotto non ha per nulla negato la propria soddisfazione per il lavoro svolto a Maranello, ma gli entusiasmi devono essere contenuti.

Dopo un paio di annate buie e nelle quali non c’era assolutamente la possibilità di sognare una Ferrari in corsa per il titolo, adesso con questa Ferrari F1-75 sembrano davvero esserci le possibilità per poter tornare a sognare in quel di Maranello per un titolo che manca da ben 15 anni, decisamente troppi.

La fiducia nell’ambiente è ai massimi storici, forse perché nel 2020 c’è stato il punto più basso della propria storia e nel 2021 ci si è solamente accontentati di lottare per il terzo posto in classifica costruttori e per questo motivo Mattia Binotto ha voluto precisare che non sarà per nulla facile il Mondiale e che gli avversari sono davvero straordinari.

Mattia Binotto Ferrari (Ansa Foto)
Mattia Binotto Ferrari (Ansa Foto)

La Ferrari F1-75 si è rivelata nei test di Barcellona come una delle migliori monoposto in assoluto nel circus e la speranza di poter essere di nuovo competitivi per il titolo è enorme e a Maranello nessuno sta nascondendo quella gioia e quella felicità che non si respirava da tanto tempo.

Non sono in pochi ad aver parlato della Ferrari come la macchina più potente in assoluto, tanto è vero che Toto Wolff e Christian Horner hanno più volte spiegato di essere davvero sorpresi dalla clamorosa crescita della Rossa che è riuscita a bruciare le tappe e a dare vita a una monoposto di grande livello.

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, è decisamente una delle persone più soddisfatte all’interno della Scuderia, ma non ha negato il fatto che siano davvero tante le monoposto e le vetture che abbiano dimostrato una qualità straordinaria e in conferenza stampa non si è trattenuto dall’elogiare la concorrenza.

Abbiamo riconosciuto alcune idee estremamente intelligenti in altre auto da corsa. È incredibile come siano state interpretate diversamente le nuove norme.”

Il vero dubbio di questa stagione è infatti legato dalla rivoluzione in atto nelle nuove monoposte e per tutti sarà davvero un’annata molto particolare e con tanti punti interrogativi e sulla carta tutte possono davvero aspirare al massimo o ritrovarsi incredibilmente nel baratro.

In questo momento è molto difficile capire quale possa essere la Scuderia favorita, anche se è normale credere che ad avere un briciolo di vantaggio siano ancora Mercedes e Red Bull, ma forse è veramente il caso di iniziare a pensare che la scorsa stagione fosse stata la fine di un certo tipo di automobilismo e ora è tempo di guardare al futuro con sprezzante curiosità.

Binotto esalta i suoi piloti:” Faranno grandi cose”

Non sappiamo finché non sarà la pista a parlare, ma in questo momento la Ferrari è certamente una delle Scuderie che più di tutte non può minimamente avere paura e timore sulla qualità e la capacità alla guida dei propri piloti e infatti le speranze solo alle stelle.

Charles Leclerc e Carlos Sainz non sono soltanto il futuro, ma anche un solido e validissimo presente di questo magico e incantevole sport ed è per questo motivo che Binotto è estremamente sicuro della scelta fatta dalla Scuderia.

“In questa stagione dovranno adattarsi ai cambiamenti, ma il loro valore è indiscutibile e faranno sicuramente una grande annata”.

In questo modo il team principal dà la totale fiducia ai due giovani campionissimi, piloti che sono stati veramente in grado nel corso degli anni di dimostrare a tutti come la guida e la tecnica siano un qualcosa che possa avere delle sfumature davvero molto particolari ed essere alle volte anche completamente diverse.

Il monegasco infatti è molto spericolato, adora vivere sempre sul filo di lana e ha una sensazionale capacità in fase difensiva che lo ha fatto diventare così uno dei piloti più difficili da superare in gara, mentre lo spagnolo ha dimostrato come la costanza di rendimento possa essere un’arma straordinaria ed essenziale per poter diventare grandi e accumulare una serie di risultati di prestigio.

Sarà dunque molto interessante come potrebbero reagire i due in una situazione di lotta per il titolo, perché entrambi avrebbero i mezzi per poter prevalere non solamente l’uno sull’altro, ma in generale in pista per poter dare luogo a un vero e proprio dominio della Rossa sulla concorrenza.

La stagione è quasi pronta a ripartire e dopo la grande stagione 2021 c’è davvero tanto entusiasmo e tantissima voglia di rivedere venti quattro ruote pronte a darsi battaglia in pista per poter dare vita al Mondiale numero di questo meraviglioso sogno chiamato F1.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.