Max Verstappen nei guai? Il motivo è davvero incredibile

Alle volte basta davvero poco per finire nei guai e i motivi possono essere i più assurdi come quello capitato di recente a Max Verstappen.

Max Verstappen è riuscito a diventare campione del mondo nel 2021 grazie a una stagione davvero vissuta al massimo, ma questo gli ha portato enorme popolarità anche in ambienti dove forse avrebbe preferito rimanerne fuori.

Max Verstappen (GettyImages)
Max Verstappen (GettyImages)

Alle volte l’eccessiva popolarità può essere davvero un problema, perché può portare a situazioni che alla fine si rivelano molto più grandi di quello che una persona possa fondamentale riuscire a sopportare.

Max Verstappen è uno dei migliori piloti del panorama automobilistico mondiale, un assoluto fenomeno che nel 2021 è stato in grado di interrompere un dominio che sembrava dover essere eterno di Lewis Hamilton.

Il problema è che anche la gente della malavita segue lo sport in particolar modo la F1 e in Olanda Max è diventato un vero e proprio idolo da venerare in qualsiasi situazione, compresa quella di “dedicargli” una droga.

Infatti è nata da qualche mese la pasticca “Max F1“, una droga che, stando a quanto riferito dalla Polizia, si tratterebbe di uno stupefacente davvero molto potente e che si chiama così perché da un lato ha la scritta Max e dall’altro F1.

Di recente c’è stata una grossa retata in provincia di Bari e i carabinieri hanno potuto scorgere ben 5 di queste pastiglie, droga quindi che è arrivata anche in Italia e chissà in quante altre città è presente.

Max Verstappen, arriva un altro premio? Stavolta è molto prestigioso

Si tratta della prima volta che questo “Max F1” viene sequestrato in Italia, situazione che lascia davvero tutti a bocca aperta, ma che a suo modo dimostra come Verstappen sia riuscito veramente a diventare un personaggio talmente noto e famoso da poter addirittura diventare un’icona anche in ambienti non proprio collegati alla legalità.

Max Verstappen icona in tutto il mondo

Certamente il fatto di essere stato il primo pilota olandese a competere per le prime posizioni in F1 lo ha reso ben presto un mito assoluto nella sua nazione d’origine, tanto che la canzone “Super Max” dei Pitstop Boys è stata a dir poco cantata in ogni salsa e anche durante il Gp di Zandvoort.

Il successo nell’ultimo Mondiale di F1 lo ha spinto però a diventare davvero un personaggio pubblico e noto in tutto il mondo, tanto che quando ha presenziato a un evento sulla neve in Austria è stata la vera e propria attrattiva della giornata, facendo quasi dimenticare al pubblico la presenza di tutti gli altri sportivi.

Il Laureus World Sports lo ha inserito nella lista dei sei sportivi più influenti del 2021 e sarà uno dei principali candidati alla vittoria dell’Award di quest’anno, unico rappresentante della F1.

Insomma adesso arriva veramente il difficile per il figlio d’arte del grande Jos, perché adesso ha il compito di dover non solo rappresentare una nazione intera, ma forse una generazione che ha visto in lui il volto nuovo e combattivo dell’automobilismo.

Verstappen si lancia nei rally: nuova esperienza per lui

Se sarà un immortale di questo sport lo dirà solo il tempo, anche se nel mito c’è già da un paio di mesi grazie a quel successo che lo porta a essere il trentaquattresimo della storia a esserci riuscito, ma di sicuro è un’icona a livello globale, però anche se siete tifosi di Verstappen non provate mai la “Max F1″, perché se solo fosse potente la metà di quanto l’olandese corre in pista potrebbe darvi davvero brutte sensazioni.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.