Montoya mette in guarda Lewis

Montoya indica il suo favorito per il Mondiale di F1 2022 e commenta anche la situazione Hamilton-Russell in Mercedes.

Il campionato 2022 di Formula 1 parte in questo weekend e c’è grande attesa di vedere cosa succederà in Bahrain. I test non hanno chiarito quali siano i rapporti di forza e dunque serve attendere il primo gran premio del calendario per farsi un’idea.

Juan Pablo Montoya (ANSA)
Juan Pablo Montoya (ANSA)

Nei test invernali non tutti i team mostrano il loro reale potenziale, soprattutto tra i top c’è qualcuno che preferisce “nascondersi” e poi sorprendere al momento di fare sul serio. È una cosa tipica della Mercedes, che in più occasioni ha fatto intendere di non essere abbastanza competitiva e poi ha ribaltato i pronostici. Sarà così anche stavolta?

Red Bull e Ferrari sono quelle che vengono indicate come favorite per la prima gara a Sakhir. Hanno mostrato di avere un ottimo pacchetto durante i test pre-campionato e sperano di raccogliere in gara i frutti del grande lavoro svolto negli ultimi mesi. Attenzione, però, anche ad altre eventuali sorprese.

Montoya parla di Verstappen, Russell e Hamilton

Juan Pablo Montoya in un’intervista concessa a Vegasinsider.com ha indicato team e pilota che vede come candidati principali a trionfare nel campionato 2022 di F1: “Metterei i miei soldi sulla Red Bull. Per la vittoria scommetterei su Verstappen, penso sia il favorito“.

L’ex driver di Formula 1 ritiene che Max Verstappen e Red Bull possano fare il bis dopo il titolo piloti del 2021. Lo scorso mondiale costruttori, l’ottavo di fila, invece è andato alla Mercedes. Quest’ultima presenta una grande novità quest’anno, ovvero George Russell come nuovo compagno di squadra di Lewis Hamilton al posto di Valtteri Bottas.

Montoya pensa che Hamilton non possa dormire sonni tranquilli con un giovane di talento e ambizione come Russell nel box: “George è l’underdog, credo che si rivelerà davvero bravo e che sorprenderà più di tutti. Ha già dell’esperienza, anche se essere nel nuovo team e avere Lewis come compagno sarà più difficile. Però è veloce, conosce le piste e ha già lavorato con la Mercedes“.

Il sette volte campione del mondo parte come riferimento della scuderia di Brackley, ma l’ex driver della Williams non vuole assolutamente fare da gregario. Ha già messo in chiaro di voler vincere il titolo e dunque Lewis potrebbe ritrovarsi a battagliare anche con lui nel corso del campionato 2022. La situazione in casa Mercedes va tenuta d’occhio certamente.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.