MotoGP, svolta in Qatar: cambieranno tutte le regole

Novità importanti in vista del Gran Premio del Qatar in programma dal 4 al 6 marzo. Sarà l’inizio di una svolta per la MotoGP?

Dopo due anni all’insegna dell’emergenza Covid-19, con il paddock della MotoGP costretto a rigide restrizioni rientranti nella bolla sanitaria progettata da Dorna, si inizia a intravedere uno spiraglio di luce verso la normalità. Infatti in Qatar, in occasione del primo Gran Premio del 2022, in programma dal 4 al 6 marzo, molte delle severe normative verranno meno.

MotoGP, Qatar Circuit (GettyImages)
MotoGP, Qatar Circuit (GettyImages)

Grazie alla vasta campagna di vaccinazione e allo scemare della variante Omicron, i team del Motomondiale avranno più libertà di movimento a Losail. Finora si era costretti a sottoporsi a tampone prima della partenza e al momento dell’arrivo, ogni giorno venivano effettuati test a campione, bisognava soggiornare in hotel indicati e le visite a bar, ristoranti e negozi erano vietati, con obbligo di spostarsi solo tra hotel e autodromo.

Joan Mir sorpreso da Suzuki, poi la mezza frecciatina a Marquez

MotoGP Covid free

Tutto ebbe inizio proprio a Losail nel 2020, con i piloti costretti a non partire, mentre i team Moto2 e Moto3 presenti già dai test hanno corso la prima gara di quell’anno prima dello stop generale. Furono mesi di incertezze a livello mondiale, con il campionato che rischiava di essere annullato. A distanza di due anni si volta pagina proprio dal Qatar.

Non ci sarà obbligo della mascherina, né di rispettare la regola del distanziamento, né le restrizioni nelle aree hospitality. Un modo per dire al mondo che in Qatar il virus è stato debellato e che si tratta di una meta sicura per tutti i viaggiatori. Resta da capire se le restrizioni saranno cancellate anche nei restanti week-end di gara in giro per il mondo o se ogni governo prenderà le sue decisioni in merito.

Marc Marquez non si ferma mai: può arrivare un premio anche quest’anno

Sembra comunque certo che il calendario di 21 GP si terrà regolarmente salvo casi straordinari nel prossimo autunno. In Qatar tutte le persone accreditate potranno entrare e circolare liberamente senza regole di quarantena, anche senza certificato di vaccinazione e non sarà più obbligatorio presentare l’esito di un tampone negativo prima di partire. Ogni visitatore potrà scegliere liberamente la struttura ricettiva dove alloggiare, si potrà accedere ai bar, ai ristoranti, ai centri commerciali.

Novità anche per il prossimo test sull’isola di Lombok, al Mandalika Circuit, dove si terrà il secondo test Irta prima dell’inizio del Mondiale. Si effettuerà solo un test al momento dell’arrivo, team e giornalisti potranno scegliere liberamente dove alloggiare.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.