pilota urina durante la corsa, punito duramente

Nella gara dell’Asian Le Mans Series andata in scena ad Abu Dhabi, uno dei protagonisti è stato duramente multato per aver urinato.

Episodio molto particolare sul tracciato di Abu Dhabi, dove sta andando in scena l’appuntamento con l’Asian Le Mans Series, in un week-end che prevede ben due gare da quattro ore ciascuna. Nel corso della prima delle due prove, il pilota Alfred Renauer si è reso protagonista di una vicenda molto curiosa.

Abu Dhabi ALMS (Twitter)
Abu Dhabi ALMS (Twitter)

Durante una bandiera rossa, ha abbandonato il proprio mezzo per andare ad urinare, ma non rifugiandosi in un bagno, ma approfittando di uno spiazzo pensando di essere nascosto ai presenti. Per il tedesco è stata rileva a un’infrazione del regolamento sportivo redatto dalla FIA, e gli è stata comminata una multa di 20 mila euro.

La sanzione pecuniaria potrebbe essere dimezzata nel caso in cui Renauer decidesse di chiedere scusa per iscritto entro la seconda gara del fine settimana con la Emirates Motorsports Organization. La direzione gara ha spiegato, in un comunicato, il perché di una pena così severa.

In certe culture gli atti o le azioni variano nei livelli di accettazione. Il pannello degli stewards riconosce che negli Emirati Arabi Uniti un tale atto è estremamente irrispettoso, oltreché un reato penale“. Abu Dhabi, come ci si poteva immaginare, non ha fatto sconti a nessuno, e sarà interessante capire come si svilupperà la vicenda considerando che Gara 2 è andata in scena nel pomeriggio di domenica, momento in cui non erano ancora pervenute le scuse ufficiali del teutonico.

F1, Norris copia Hamilton? Il giovane fenomeno a scuola dal campione

Abu Dhabi, grande spettacolo grazie all’ALMS

Ad Abu Dhabi si svolge il secondo week-end di gare consecutive per l’Asian Le Mans Series, che la scorsa settimana era impegnata a Dubai con una doppia prova. L’endurance si sta affacciando al 2022 con tanti spunti di interesse, che saranno legati soprattutto al FIA WEC che scatterà a Sebring tra meno di un mese.

In questi giorni, la Toyota ha testato al Paul Ricard la GR010 Hybrid versione 2022, quella con cui i giapponesi cercheranno di difendere il titolo del mondiale endurance e la vittoria alla 24 ore di Le Mans. Gli appassionati di questa tipologia di gare stanno fortemente sperando nella presenza della Peugeot alla maratona francese, anche se non sarà facile vedere i francesi debuttare quest’anno.

Il vero spettacolo dell’endurance tornerà in voga nel 2023, quando, nell’occasione della 24 ore del centenario, marchi come Ferrari, Porsche, Audi, BMW, Acura e tanti altri si uniranno alla festa. I fan attendono con ansia anche l’annuncio di Lamborghini, che potrebbe entrare in bagarre con una sua LMDh.

Il FIA WEC si appresta a diventare un serio contentendete della F1, dal momento che saranno impegnate tantissime case ufficiali nel prossimo futuro. La Porsche ha iniziato a testare seriamente la sua vettura, che nel corso della settimana è stata impegnata a Barcellona con Felipe Nasr e Frederic Makowiecki.

Mercedes W13, ecco la rivoluzione: cambia il “cuore” della monoposto

Al momento si attendono novità riguardo al programma della Ferrari, che da qualche mese non fornisce aggiornamenti sulla sua Hypercar. Il Cavallino vuole tornare nell’endurance in pompa magna, non certo per recitare il ruolo della comprimaria. La presentazione del mezzo dovrebbe avvenire attorno alla fine dell’estate.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.