primo dettaglio della livrea (FOTO)

L’AlphaTauri sarà la prossima F1 a togliere i veli alla monoposto del 2022. Nel frattempo, la Scuderia di Faenza stuzzica gli appassionati.

La F1 è sempre più vicina al battesimo del fuoco delle nuovissime monoposto ad effetto suolo. La prima a svelarsi è stata la Haas, che il 4 febbraio ha presentato il modello progettato da Simone Resta. Non si tratta di certo della versione definitiva, ma ci ha permesso di osservare alcune soluzioni interessanti come le pance laterali ed un muso molto differente da quello del modello della FIA.

F1 AlphaTauri (GettyImages)
F1 AlphaTauri (GettyImages)

La Red Bull è stata la grande delusione di questa prima settimana di unveiling: la RB18 non era altro che una showcar dotata della nuova livrea, su cui spicca il nuovo main sponsor Oracle, colosso dell’informatica che si era unita al team di Milton Keynes prima dello scorso mondiale.

L’Aston Martin e la McLaren hanno svelato delle F1 più vicine a quelle che vedremo in pista, anche se pure loro cambieranno molto. La verdona è scesa in pista venerdì con Lance Stroll per uno shakedown sulla pista di Silverstone, e per la prima volta abbiamo potuto ammirare questa tipologia di auto sul tracciato. A spiccare è l’ala anteriore tornata molto alta come negli anni Ottanta, ma c’era da aspettarselo visto l’effetto suolo.

La prossima casa a togliere i veli alla monoposto sarà l’AlphaTauri, che il 14 febbraio lancerà l’AT03 motorizzata Honda. Pierre Gasly e Yuki Tsunoda faranno nuovamente parte di una squadra molto ambiziosa, che punta a crescere ulteriormente dopo un ottimo 2021.

F1, l’Aston Martin avvisa la Mercedes: seria minaccia per Toto Wolff

F1, l’AlphaTauri svela un dettaglio della livrea

La nuova AlphaTauri di F1 verrà presentata a San Valentino, vale a dire tra meno di 48 ore. Sulla Scuderia di Faenza c’è molta attesa, visto che negli ultimi due anni, grazie anche alla crescita della power unit Honda, il team italiano è cresciuto tantissimo. Pierre Gasly è ormai una certezza, mentre Yuki Tsunoda ha fatto dei passi da gigante nel finale di campionato.

Il giapponese ha chiuso al quarto posto il Gran Premio di Abu Dhabi davanti al compagno di squadra, facendosi notare per uno splendido sorpasso sulla Mercedes di Valtteri Bottas all’ultimo giro. Probabilmente, con una tornata in più avrebbe anche conquistato il podio, visto che la Ferrari di Carlos Sainz era dotata di gomme più vecchie.

La F1 è piuttosto curiosa di scoprire la nuova vettura, ed anche l’AlphaTauri ci ha dato una piccola anticipazione della livrea caricando una foto sui suoi canali social. La nuova AT03 avrà il tricolore sugli specchietti retrovisore, così come si evince chiaramente dallo scatto riportato a fondo pagina.

Hamilton contro Verstappen ha un vantaggio: lo svela un ex pilota di F1

L’italianità della squadra faentina, erede della Minardi, tornerà a farsi sentire nel 2022, cercando di difendere anche un piccolo primato che le appartiene. Grazie al trionfo di Gasly a Monza, l’AlphaTauri è l’ultima vettura italiana ad aver vinto un GP, visto che la Ferrari non si impone da Singapore 2019 con Sebastian Vettel. Sarà curioso vedere se le nuove regole le daranno l’opportunità di aggiornare le statistiche.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.