Problemi tra Hamilton e Russell? Il dettaglio che in pochi hanno notato

Lewis Hamilton e George Russell sono una delle coppie più attese nella F1 che verrà e per molti sono destinati a collidere nel breve periodo.

La Mercedes ha tutto l’intenzione di voler tornare a primeggiare in F1 dopo il secondo posto di Lewis Hamilton del Mondiale 2021 e per farlo ha deciso di chiamare anche George Russell come seconda guida dopo Valtteri Bottas, ma per qualcuno il duo è destinato a scoppiare molto presto.

George Russell e Lewis Hamilton (GettyImages)
George Russell e Lewis Hamilton (GettyImages)

Lewis Hamilton è assieme a Michael Schumacher il pilota più vincente nella storia della F1 e le sue conquiste sono tali da averlo reso un vero e proprio mago del volante.

L’inglese ha ancora il dente avvelenato per il finale di stagione molto sfortunato con Max Verstappen e quel secondo posto grida vendetta, tanto è vero che il britannico ha deciso di chiudersi in un profondo silenzio per poter meditare a nuove mosse per il futuro.

Alla presentazione della nuova Mercedes, tornata a tutti gli effetti a essere una “Freccia d’argento”, è stata la prima volta che Hamilton e Russell hanno potuto mettersi in mostra in pubblico nella stessa stanza e nello stesso momento e la tensione era grande.

In molti infatti sono convinti che la coppia sia destinata a scoppiare, perché il giovane inglese è molto ambizioso e non ha nessuna intenzione di fare il secondo pilota a Lewis Hamilton, con il ricordo della rivalità tra lo stesso Baronetto e Fernando Alonso del 2007 che è ancora nella memoria di tutti.

La Mercedes avvisa gli avversari: “Mai visto un Hamilton così forte”

Il primo incontro ufficiale tra i due è però stato estremamente disteso, tanto è vero che Hamilton ha voluto dare dei consigli al giovane compagno di squadra che si è detto molto emozionato alla presentazione e che avrà grande giovamento dal rapporto con Lewis.

Hamilton, senti cosa dice Russell:” Sarà un anno molto lungo”

Durante la presentazione ha parlato molto il giovane George spiegando come il rapporto con la nuova Mercedes sarà tutto da scoprire durante l’anno e non è assolutamente un caso che in questo momento nessuna delle Scuderie abbia voglia di esporsi eccessivamente.

Russell ha infatti dichiarato:” Penso che sarà un anno lungo . Tutti vorranno arrivare alla prima gara con la macchina più veloce possibile, ma la cosa più importante sarà capire quali siano i propri limiti e come migliorarli per poter creare le migliori basi possibili”.

Dunque in questo momento il giovane inglese non vuole sbilanciarsi e non ha rilasciato particolari dichiarazione sul rapporto con Hamilton che chiaramente è ancora solamente agli inizi.

George però non è tipo da voler stare nelle retrovie e siccome ha già dovuto masticare amaro in questi anni con la Williams ha tutta l’intenzione di dimostrare come a Stoccarda abbiano fatto bene a puntare su di lui e far vedere a tutti come possa essere già lui la prima guida della Scuderia tedesca senza dover aspettare il 2024, anno in cui sicuramente Hamilton non gareggerà più in F1.

I primi segni sono sembrati molto distesi, e ci mancherebbe altro, ma tutti sanno che la miccia è pronta a scoppiare da un momento all’altro e poi chissà perché si è per forza dovuto forzare quell’atteggiamento quasi obbligatoriamente gentile da parte di Lewis nei confronti di George?

Quando ci sono stati compagni di livello, Hamilton ha sempre avuto momenti a grande impatto emotivo, da Alonso a Rosberg passando da Button, mentre solo con i fidi scudieri finlandesi Kovalainen e Bottas è andato tutto liscio.

Nasce il parcheggio intelligente: ecco dove sono e come funzionano

Il 2022 sarà un grande anno sicuramente, non sappiamo cosa aspettarci, ma prepariamo i pop corn perché la stagione si preannuncia più carica ed elettrica che mai.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.