Quartararo deluso, De Puniet critica Yamaha: “Si ponga delle domande”

De Puniet, ex pilota MotoGP, commenta la situazione di Quartararo in Yamaha e anche quella di Marquez in Honda.

Fabio Quartararo non ha affatto sorriso dopo i test MotoGP fatti in Malesia e Indonesia. Non ha nascosto la sua delusione per non aver avuto una Yamaha M1 all’altezza delle sue aspettative e ciò mette in discussione il suo futuro.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (GettyImages)

Il pilota francese aveva chiesto alla casa di Iwata un motore più potente, così da soffrire meno in termini di velocità sul dritto. Non è stato accontentato e questo lo ha deluso molto. Il suo contratto scade a fine 2022 e ci sono alte possibilità che non lo rinnovi.

La Yamaha ha come priorità riuscire a convincerlo a prolungare l’accordo, ma non sarà facile. Oltre a una ricca offerta economica, serviranno anche determinate garanzie tecniche.

MotoGP, Mir e Quartararo “fortunati”: Puig spiega perché

MotoGP, De Puniet parla di Quartararo e Marquez

Randy De Puniet, ex pilota MotoGP, in un’intervista concessa a Canal+ ha espresso il proprio pensiero su come sarà il prossimo campionato: “Per Quartararo sarà una stagione più dura nella scorsa. Tutte le moto sono migliorate molto, mentre la Yamaha non è migliorata quanto Fabio avrebbe voluto. Ha ancora deficit di motore. Per lui non sarà facile. È l’unico che è riuscito a stare davanti con la M1, quindi Yamaha deve porsi delle domande”.

Il pilota francese, giustamente, sottolinea che in Yamaha dovrebbero farsi delle domande sulle scelte tecniche fatte. La M1 da tanti anni è debole in termini di velocità massima, era doveroso fare qualche sforzo in più per venire incontro alle esigenze sia di Quartararo che degli altri rider. Intervento rinviato al futuro.

De Puniet, comunque, auspica di vedere il suo connazionale in lotta per il titolo. Magari con Marc Marquez, che con la Honda punta punta a tornare ai vertici della MotoGP: “Marquez è in buona forma – spiega Randy – e ci sarà. Si è ben preparato e la Honda è progredita. Bisogna fare attenzione a Marc. Potrebbe esserci un duello Quartararo-Marquez per il titolo, sarebbe meraviglioso”.

Tornando a Quartararo, il 41enne transalpino espone quella che dovrà essere la strategia del campione in carica nella stagione 2022: “Non ha scelta. Non avendo velocità massima, deve girare da solo. Anche quest’anno deve cercare di mettersi davanti e scappare. Avrà tanta pressione nelle qualifiche. Nei test lo ha infastidito questo, non riuscire a fare grandi tempi come nel 2021”.

Yamaha, Dovizioso spiega la differenza con Quartararo: “È pazzo”

Effettivamente, Fabio ha faticato più del previsto sul giro secco nei test in Malesia e Indonesia. Quello è sempre stato un suo punto forte e se nel prossimo campionato non dovesse riuscire a essere costantemente in prima o seconda fila, diventerebbe un vero problema lottare per il mondiale.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.