Quartararo protagonista del mercato, ma lasciare Yamaha non conviene

Fabio Quartararo al centro del mercato piloti. Con un contratto in scadenza a fine 2022 gioca al tira e molla con Yamaha, ma lasciare non conviene.

La stagione 2022 di MotoGP ha preso il via con i primi test dello shakedown a Sepang, ma sono giorni frenetici dietro le quinte, con i contratti di quasi tutti i piloti in scadenza. A destare attenzione sono soprattutto le sorti di Fabio Quartararo e Joan Mir, entrambi hanno lanciato dei chiari moniti ai rispettivi team: chiedono garanzie tecniche per restare, altrimenti cambieranno livrea.

Fabio Quartararo (Getty Images)
Fabio Quartararo (Getty Images)

Entrambi i campioni della classe regina hanno intessuto dialoghi con Honda, alla ricerca di un eventuale sostituto di Pol Espargarò, qualora non riuscisse a familiarizzare con la RC213V come previsto già nello scorso anno. Non si tratta solo di una questione economica, perché la pandemia Covid-19 ha costretto a rivedere anche il tetto ingaggi dei sei costruttori, sempre più propensi a puntare sui giovani che guadagnano cifre meno impegnative rispetto ai big. Rispetto al 2018, lo stipendio di tutti i piloti MotoGP messi insieme è diminuito del 20%.

Quartararo al centro del mercato piloti

Al momento Fabio Quartararo e Joan Mir sono i piloti più pagati della griglia del Motomondiale dopo Marc Marquez, il cui ingaggio secondo indiscrezioni si aggirerebbe intorno ai 14 o 15 milioni di euro a stagione. Nel test di Jerez dello scorso novembre il neo campione del mondo francese ha dichiarato che non avrebbe firmato il rinnovo di contratto se Yamaha non soddisferà le sue richieste tecniche. Vuole aspettare almeno fino al test in Malesia prima di prendere una decisione.

MotoGP, Valentino Rossi fa acquisti per la VR46: vuole un suo ex rivale

Secondo le informazioni riportate da Motorsport.com Quartararo percepiva uno stipendio base di circa 2,5 milioni di euro nel 2020, mentre nel 2021 avrebbe guadagnato circa 4milioni di euro con cinque vittorie più il titolo mondiale. Franco Morbidelli sarebbe stato ingaggiato con un contratto da 1,5 milioni. La Casa di Iwata avrebbe intenzione di proporre un contratto da 7 milioni a Fabio Quartararo per blindarlo e difficilmente Honda potrebbe offrirgli di più.

MotoGP, Valentino Rossi chiarisce tutto: ecco chi lo sovvenzionerà

Joan Mir guadagnerebbe intorno ai 7 milioni dopo la conquista del titolo iridato 2020 e per lui vale lo stesso discorso. Chi sarebbe disponibile a offrirgli di più? HRC deve già sostenere una bella spesa con Marc Marquez, aggiungerne altri 7 o più sarebbe davvero oneroso e forse insostenibile. Del resto sulla Honda RC213V hanno già fallito campioni del calibro di Jorge Lorenzo, quindi il successo non è per nulla scontato.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.