queste sono le sue preferite

Casey Stoner è tornato a parlare davanti a una telecamera per parlare dei suoi 10 film preferiti nei quali erano protagoniste delle moto.

Casey Stoner è stato uno dei piloti in assoluto più amati in MotoGp in questi ultimi anni perché è sempre stato in grado di dimostrarsi a tutti gli effetti uno dei migliori nella sua categoria e della sua generazione e per questo motivo è stato un vero colpo al cuore per tutti gli appassionati quando decise di ritirarsi non ancora trentenne.

I problemi di depressione sembrano però finalmente alle spalle e l’australiano ha dimostrato nell’ultimo periodo di avere un nuovo spirito combattivo e una grande voglia di rialzarsi dopo quel periodo buio e di recente si è fatto vedere su Youtube mentre parlava dei suoi film preferiti che avevano come tematica cardine le motociclette.

Casey Stoner (Ansa Foto)
Casey Stoner (Ansa Foto)

Il mondo del motociclismo ha vissuto nel decennio scorso un vero e proprio periodo d’oro sensazionale che ha permesso a questa disciplina di avvicinarsi sempre di più al livello di popolarità della F1, ma per poter esserci riuscito è stato necessario l’ingresso di una serie incredibile di campionissimi che sono stati in grado di cambiare la storia della disciplina.

Da Valentino Rossi a Jorge Lorenzo, da Dani Pedrosa a Casey Stoner, ed è proprio di quest’ultimo del quale vogliamo parlare quest’oggi, perché l’australiano è stato uno dei più grandi rimpianti di tutta la storia, non per i risultati che non arrivavano, anzi, ma per la sua carriera terminata davvero troppo presto.

Le motivazione attorno al suo addio dalle corse sono state un mistero per davvero tantissimi anni e per questo motivo si sono fatte le più strane e impensabili teorie, fino a quando l’oceanico non ha vuotato il sacco spiegando a tutti che la decisione era dettata da una grave forma depressiva e ansiosa.

Oggi fortunatamente il campione sta decisamente meglio e ha deciso di mettersi in mostra al programma Inider Espanol dove ha raccontato quali fossero i dieci momenti più curiosi secondo lui della storia del cinema nel campo delle motociclette.

I film di Casey Stoner sulle motociclette, una passione fantastica

Il primo film che viene citato da Casey Stoner in questo lungo video è “John Wick 3: Parabellum” e per l’oceanico è rimasta iconica secondo lui la scena nella quale viene mostrato John Wick con una spada mentre sta correndo con la moto, anche se il pilota non è rimasto per nulla entusiasta, tanto è vero che l’ha definita “Per nulla realista”, mentre ha promosso una seconda scena nonostante la decisione finale sia solamente per un 2.

Il secondo citato è stato invece “Mission Impossibile: Rogue Nation“, nella quale Stoner racconta di essersi davvero esaltato nel momento dello scontro tra la BMW S 1000RR la motocicletta e lo promuove con un bell’8.

Estremamente positivo anche la votazione che è stata data a “007 Operation Skyafll” nella quale viene visto Daniel Craig nel momento in cui inizia a realizzare delle capriole incredibili con una MX e a questo punto non c’è possibilità alcuna di abbassare il voto e la promozione è netta con un secco 9.

Torniamo invece alle votazioni più basse con “Matrix Reloaded”, film che presenta al suo interno una Ducati 996 ed è davvero deprimente per lui l’utilizzo che hanno fatto di una delle sue macchine preferite che lo ha reso memorabile agli occhi di tutti i grandi tifosi del mondo delle due ruote e il voto è deprimente: 3.

Non va molto meglio invece a “Terminator 2: The Last Judgment“, e in questo caso Casey Stoner tira fuori tutta la sua conoscenza del mondo Harley Davidson e non è per nulla convinto che la scena interpretata da Arnold Schwarzenegger possa essere realistica e convincente e la sua Fat Boy FLSTF viene bocciata solamente con un 4.

L’australiano continua con le sue chiare e nette stroncature anche quando parla degli “Avengers: Age of Ultron“, continuando a definire come irrealistico l’utilizzo della motocicletta e quindi bocciando ampiamente la pellicola con un altro misero 3 e il peggio del peggio è alle porte.

Un altro film di James Bond con “007: Domani non muore mai” riceve solamente un 2, ma ci sarà dunque una pellicola in grado di aver colpito totalmente Casey senza che questi possa in alcun modo trovare difetti.

La risposta è sì perché nel finale, quando parla di “Borune: The Utimatum“, si lascia andare a un secco e memorabile 10, anche perché il protagonista della scena è un grande amico di Casey Stoner e dunque non sappiamo realmente se pensi realmente così o la abbia detto solo per amicizia.

Stoner dunque ama le moto e ama i film, ma a quanto pare le due cose assieme non lo esaltano troppo, ma sicuramente la sua grande passione per le pellicole è stata determinante per far uscire Casey dalla sua grave depressione.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.