questo modello richiamato per un difetto

La Ford è uno dei modelli che più di tutti ha sofferto questo duro inizio di 2022 e sono ancora una volta piovuti molti ritiri dal mercato.

Il mondo dell’automobilismo è sempre in continua crescita e in continua espansione e per questo motivo è molto difficile per la varie case essere in grado di mantenere tutto sotto controllo e di mantenere costantemente un livello tale che possa regalare loro grande costanza ai massimi livelli.

La Ford è una di quelle case che ha sicuramente fatto la storia nel mondo dell’automobilismo, ma allo stesso tempo ha vissuto una serie di momenti di crisi nera negli ultimi anni e il 2022 è iniziato nel peggiore dei modi con dei continui ritiri dal mercato che ne stanno ostacolando sempre di più la crescita.

Ford (Ansa Foto)
Ford (Ansa Foto)

Il 2022 è appena iniziato eppure si può già ampiamente definire come un anno da dimenticare per la Ford che sta continuando a vivere una serie di problemi uno dietro l’altro ed è proprio per questo motivo che ci si aspetta un anno che possa portare a conti in rosso, e speriamo di no, a qualche possibile licenziamento.

L’anno infatti era già iniziato con una serie di ritiri dal mercato che ne avevano rallentato le vendite e la produzione di marchi importanti come la Fusion o la Lincoln MKZ delle annate che andavano dal 2014 al 2015 e proprio quest’ultimo anno si è rivelato essere un periodo davvero nero con il ritiro e il richiamo ai box di migliaio di coupé Mustang.

La motivazione era legata a un problema di airbag che portava a un eccessivo riscaldamento e per questo motivo non vi era la possibilità di avere un sistema di sicurezza adeguato ai passeggeri e al pilota e per questo motivo hanno dovuto subire delle costanti modifiche.

Per quanto la situazione legata a questi problemi non sia in alcun modo da sottovalutare è chiaro però come la cosa potesse essere risolta considerevolmente nel breve tempo, mentre di recente è avvenuto un altro e clamoroso scandalo ben più grave ed è stato legato ai modelli di pick up F-250 e F-350.

Il richiamo è stato dettato dal fatto da un gravissimo problema agli alberi di trasmissione che causavano una perdita potenza alla vettura e in particolar modo questi modeli avrebbero portato a una serie di problemi legati ai pannelli di isolamento acustico che non ne sono così direttamente collegati.

Questi pannelli, nel momento in cui venivano allettati e abbassati, entravano in contatto con l’albero di trasmissione e per questo motivo si rischiava di creare calore e usura, situazione che avrebbe potuto portare alla frantumazione dell’albero di trasmissione.

La Ford sempre più in crisi i modelli ritirati aumentano sempre di più

Gli F-250 verranno ritirati in blocco e tutti verranno controllati per poter capire come risolvere questo problema e quanti e quali modelli sono afflitti da questo tipo di problema, mentre per quanti riguarda la F-350 si sta parlando del modello Super Duty che va dal periodo 2017 al 2022, un lasso di tempo davvero enorme e che rischia di creare un danno economico catastrofico.

Questo tipo di modello porterà sicuramente a un crollo dell’economia nel settore automobilistico degli Stati Uniti, nazione nella quale indubbiamente c’è il maggior numero di Ford in circolazione e in particolare è il modello F a essere uno dei più amati e apprezzati e già a fine dicembre erano stati addirittura 185mila i modelli richiamati all’ordine per quanto riguardava i modelli F-150.

In questo momento la Ford è dunque molto scossa dal passato e da tutti quei modelli che rappresentavano fino a poco tempo fa l’eccellenza assoluta dell’automobilismo americano, ma che in questo momento sta subendo una grossa e importante battuta d’arresto ed è per questo motivo che i vertici sono molto preoccupati per il futuro.

Ford (Twitter)
Ford (Twitter)

I concessionari che saranno richiamati a controllare tutte i vari alberi presenti all’interno delle vetture dovranno riuscire ad attaccare correttamente anche gli isolanti sottoscocca e entrambe le riparazioni saranno considerate a carico dell’azienda che quindi perderà un numero considerevole di soldi.

La data X per il richiamo alle officine è segnato per il 4 di aprile, ma sono già molte le persone che, sapendo di questo difetto, si sono già informati per poter far sì che la propria macchina potesse essere messa rimessa in sesto anche prima di quella data per poter far sì che non ci potessero essere problemi di alcun genere.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.