Red Bull, arrivano le prime novità sulla RB18 ma la Ferrari fa paura

La Red Bull prosegue il proprio lavoro di sviluppo sulla RB18. Christian Horner ha sottolineato la grande forza della Rossa.

I test di Sakhir che stanno andando in scena hanno messo in mostra una F1 del tutto diversa da quella che conoscevamo. Il fatto di poter seguire in diretta televisiva lo svolgersi delle sessioni ci ha dato la possibilità di osservare il comportamento delle monoposto ad effetto suolo, molto più difficili da guidare rispetto a prima. La Red Bull, osservando gli on-board, appare la vettura più equilibrata, dotata di maggior carico aerodinamico.

Red Bull RB18 (Twitter)
Red Bull RB18 (Twitter)

Adrian Newey potrebbe aver firmato l’ennesimo capolavoro, anche se è ancora presto per cantare vittoria. Max Verstappen, nella mattinata odierna, si è concentrato sullo svolgimento di alcuni long run con gomma Dura, alternandosi tra compound C1 e C2. L’olandese ha evidenziato un buon passo, anche se la Red Bull stessa non sembra esente dal brusco calo degli pneumatici visto sulle altre monoposto.

La RB18 sarà dotata presto di alcune novità tecniche, con un pacchetto di aggiornamenti importanti che dovrebbe arrivare in tempo per il Gran Premio della prossima settimana. Il nuovo fondo è appena giunto nel paddock di Sakhir e già da domani il team di Milton Keynes andrà a provarlo, nel tentativo di ridurre anche il porpoising.

Come anticipato, la monoposto del campione del mondo appare come la più equilibrata, anche se è ancora impossibile stabilire dei valori assoluti. La Mercedes è un’incognita, e guardandola fornisce l’impressione di essere un missile del tutto da scoprire. Essendo un progetto estremo ed appena messo in pista, ci sono molte problematiche da affinare, ma il potenziale è altissimo.

La Ferrari ha impressionato la concorrenza per la propria bontà, sia dal punto di vista telaistico che motoristico. Da alcuni dati della telemetria sono emerse anche delle differenze sin troppo nette, come una velocità di punta di circa 10 km/h superiore a quella della Mercedes, cosa che appare a dir poco eccessiva.

Red Bull, Christian Horner teme la Ferrari

In questi giorni di test i tifosi attendono che i piloti tentino un time attack per iniziare a farsi un’idea sui valori in campo. La Red Bull e gli altri top team sin qui non ci hanno mai provato, con la Honda che ha mandato in “esplorazione” l’AlphaTauri di Pierre Gasly nella giornata di ieri.

Il team principal della squadra di Milton Keynes, Christian Horner, è stato intervistato da “SKY Sport F1“, parlando proprio del gran potenziale espresso dalla Ferrari: “L’unica cosa che posso dire in questo momento è che siamo in Bahrain. È impossibile fare dei pronostici a livello di prestazioni, quello che vediamo, però, è una Ferrari che in qualsiasi attimo della giornata è davanti. Attualmente, ritengono che siano in possesso della macchina più competitiva o quantomeno quella più facile da portare al limite“.

Il boss della Red Bull ha commentanto anche il lavoro della Mercedes: “Per quanto riguarda la Mercedes, è complicato dire dove sia, sta facendo un lavoro diverso, anche la McLaren sembra essere abbastanza competitiva, ma è molto difficile dire dove siamo e fare delle previsioni precise“.

Anche Toto Wolff, nel corso dei test di Barcellona aveva parlato di una Ferrari da vertice, ma è chiaro che in F1 si faccia molto ricorso alla pre-tattica specialmente in queste prime schermaglie. La rossa è nata bene ed è molto solida, ma non è facile parlare di una vettura da mondiale.

Le vetture sono ancora alle prime battute della loro vita, e come ha detto Mattia Binotto occorre lavorare sodo per estrarne tutto il potenziale. Va specificato che tutti stanno lavorando con un gran quantitativo di carburante e mappature di motore sgonfie, che non permettono di dare riferimenti.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.