scipperà un record ad Hamilton

Max Verstappen è uno dei piloti più amati e apprezzati e dopo la vittoria del Mondiale è pronto a diventare ancora di più un mito in futuro.

La stagione di F1 è ormai prossima a divenire realtà e per questo motivo è enorme l’interesse degli appassionati attorno al mondo delle corse, per poter capire chi saranno i nuovi dominatori della stagione che verrà e poter stabilire delle possibili gerarchie.

Max Verstappen è riuscito l’anno scorso a battere Lewis Hamilton e un dominio della Mercedes che sembrava dover essere incontrastato ancora per molti anni, ma l’olandese volante è riuscito nella straordinaria ed eroica impresa, rendendolo così un mito vivente in F1 e per il prossimo futuro è pronto a scriverne di altri.

Max Verstappen Red Bull (Ansa Foto)
Max Verstappen Red Bull (Ansa Foto)

Poco più di due settimane e poi finalmente si potrà tornare a vedere le monoposto e i piloti migliori del pianeta darsi battaglia per provare a scrivere una nuova ed epica pagina dello sport mondiale, con la speranza che la stagione possa essere palpitante e avvicinente come lo è stata l’anno scorso.

Dopo tanto tempo la stagione non inizierà con Lewis Hamilton come campione in carica, ma sarà Max Verstappen a essere l’uomo da battere, dopo un’annata memorabile che lo ha visto primo per gran parte del Mondiale, per poi vincerlo solamente in quel modo assurdo e clamoroso ad Abu Dhabi.

Il 2021 è ormai parte del passato e i campioni non hanno tempo da perdere con i ricordi, ma devono concentrarsi immediatamente con il futuro e con i successi che verranno ed è per questo motivo che la Red Bull sta cercando in tutti i modi di blindare la sua leggenda.

Verstappen aveva infatti il contratto in scadenza del 2023 ed erano già state parecchie le speculazioni per quanto riguardava un possibile addio dell’olandese dall’Austria alla fine di quell’annata, ma alla Red Bull non hanno la minima intenzione di privarsene.

L’olandese è infatti prossimo a firmare un ricchissimo rinnovo di contratto che lo legherà ai Tori Rossi fino al 2028, diventando non soltanto il pilota più pagato in assoluto, ma potendo diventare anche colui che per più tempo ha corso con la stessa Scuderia, superando il legame tra Hamilton e la Mercedes.

Verstappen infatti corre in Red Bull stagione 2016, e per i più pignoli si può dire che la sua prima effettiva chiamata con la Scuderia di Salisburgo può essere arrivata solo nell’anno successivo, anche se nel 2016 corse solo le prime quattro gare in Toro Rosso prima di sostituire Kvyat nella squadra principe del gruppo.

Anche però contando il 2017 come primo anno di inizio risultano comunque essere undici anni consecutivi con la stessa Scuderia, un record che andrebbe così a superare quello di Lewis Hamilton che, chiudendo nel 2023, coronerebbe il decennio con la Freccia d’argento.

Max Verstappen a caccia di record e traguardi memorabili

L’olandese della Red Bull è uno di quei piloti che non si accontenta mai di nulla e la sua straordinaria abilità alla guida lo ha reso nel corso degli anni uno dei più forti non soltanto della sua generazione, ma già adesso è a pieno merito tra i grandi della storia.

Bisogna infatti ricordare come siano soltanto 34 i campioni del mondo nell’Albo d’oro del magico mondo della F1, un numero già dunque molto ristretto, ma Super Max ha tutta l’intenzione di migliorare ancora di più le sue già scintillanti e brillanti statistiche.

Con il rinnovo con la Red Bull avvicinerebbe già e non poco Lewis Hamilton per quanto riguarda il guadagno economico del suo contratto e questo gli permetterebbe di diventare uno degli sportivi più retribuiti al mondo e con questo altro record di longevità e di fedeltà, siamo sicuri che ne vorrà realizzare altri.

Verstappen non ci pensa e ha già più volte dichiarato di ragione stagione per stagione, ma ora che è lui l’uomo da battere e che è stato in grado di far scendere dal trono Sua Maestà Lewis Hamilton, è normale pensare che il record che vorrà far suo è quello dei titoli mondiali, ma c’è un tempo per tutto e intanto l’olandese si gode questa enorme fama e popolarità che gli è piovuta addosso dopo quel successo di Abu Dhabi che gli ha così permesso di diventare una delle più grandi icone dello sport mondiale.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.