Un altro Schumacher si fa strada nel motorsport: nuova avventura per lui

Un altro Schumacher è pronto a debuttare nel DTM. Dopo Michael e Ralf, arriva David. Per alcuni una “retrocessione”, ma la storia dice altro.

La dinastia Schumacher sembra destinata a continuare nel mondo dei motori. Infatti David Schumacher, figlio dell’ex pilota Ralf Schumacher, fratello del ben più grande e indimenticabile Michael, è una delle giovani promesse della Germania per il futuro. E quest’anno passerà dalle monoposto al DTM e guiderà per il Mercedes-Team Winward. La conferma è arrivata con un comunicato stampa proprio nelle ultime ore.

David Schumacher (foto di Bryn Lennon/Getty Images)
David Schumacher (foto di Bryn Lennon/Getty Images)

Il 20enne guiderà una Mercedes-AMG GT3 nel team che vede già in pista il campione Maximilian Götz e l’austriaco Lucas Auer. Per la casa di Stoccarda sarà un grande impegno nel DTM.

George Russell, il gesto per Michael Schumacher emoziona tutti

David Schumacher nel segno di papà Ralf e zio Michael

Classe 2001, figlio della modella Cora Brinkmann e di Ralf Schumacher, oltre che essere nipote del sette volte campione del mondo di Formula 1 Michael, David ha iniziato, come da tradizione famigliare, con i kart. Gli esordi sono stati insieme al cugino Mick, con il quale ha gareggiato in diversi campionati in Germania e in Europa, ottenendo come suo miglior risultato il secondo posto nel campionato DKM dietro a Dennis Hauger.

Nel 2017 ha partecipato ai suoi primi test con una vettura di Formula 4 con il team di suo padre, US Racing, per poi correre nella Formula 4 degli Emirati Arabi Uniti con il team Rasgaira Motorsports. E’ qui, sul Circuito di Dubai, che David Schumacher ha vinto la sua prima gara con le monoposto. L’anno successivo il passaggio alla Formula 4 ADAC con il US Racing, dove ha ottenuto un quarto posto come miglior risultato, finendo la stagione al nono posto in classifica generale ma vincendo quella riservata ai rookie.

Per lui poi qualche apparizione in Euroformula Open e Formula Regional Europea, dove ha portato a casa quattro gare, finendo anche nove volte sul podio (quarto posto in campionato). Nel 2020 lo sbarco definitivo nel Campionato FIA di Formula 3, dove però non è che ottenga grossi risultati. Lo scorso anno con la Trident Motorsport, ha chiuso la stagione all’undicesimo posto nella classifica finale.

DTM, passo indietro o grande occasione?

Adesso per David Schumacher un nuovo passo importante per la sua carriera in una delle serie più importanti al mondo, anche se a ruote coperte. C’è chi ha visto questo come una “retrocessione” del tedesco, ma in realtà può essere la sua grande opportunità.

Mick Schumacher, arriva l’incredibile omaggio a papà: sono tutti commossi

Sono consapevole che devo imparare molto per sopravvivere in questa serie di corse – ha detto David -. Il mio obiettivo per il primo anno è abituarmi all’auto da corsa e assorbire i tanti dettagli che sono importanti nel DTM. In Lucas e Maximilian ho due compagni di squadra molto esperti che posso usare come guide”. E poi non dimentichiamo che gli esempi in famiglia non mancano: oltre al padre Ralf Schumacher, che ha gareggiato per la Mercedes nel DTM dal 2008 al 2012 e ha conquistato una pole e due podi in 52 gare, lo zio Michael Schumacher ha fatto anche alcune apparizioni in Mercedes negli anni ’90 nella serie. Ora il futuro è nelle sue mani. Anzi, nei piedi.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.