Verstappen è diventato l’incubo di Hamilton: la sentenza dell’ex F1

Lewis Hamilton e Max Verstappen sono stati i grandi protagonisti della stagione appena concluso e secondo l’ex pilota non è finita certo qui.

Una lotta al vertice come quella tra Lewis Hamilton e Max Verstappen è stato visto davvero pochissime volte nella storia della F1 e questo ha permesso ai tifosi di vivere una stagione davvero leggendaria e palpitante che ha tenuto tutti incollati fino all’ultimo GP.

L’inglese e l’olandese sono due dei più grandi piloti della loro generazione e sicuramente anche quest’anno saranno protagonisti con continui sorpassi e contro sorpassi e secondo una grande leggenda e icona della F1 del passato, il giovane Verstappen è riuscito a entrare nella testa del britannico come nessun’altro vi era riuscito in passato.

Verstappen Hamilton (Collage)
Verstappen Hamilton (Collage)

Nella F1 è meraviglioso scorgere e vedere come i grandi campioni siano in grado di darsi battaglia a velocità siderali, riuscendo comunque a dimostrare tutto il loro valore riuscendo però sempre a rimanere all’interno della lealtà e della sportività.

Anche in una stagione come quella del 2021 che sicuramente ha mostrato in molti occasioni il lato più rude e combattivo dei vari piloti non vi è mai stata la sensazione che la cosa potesse degenerare in scorrettezze tali da mettere in pericolo la vita dei piloti che sono sempre stati duri, ma leali.

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno dato vita a un Mondiale di F1 davvero memorabile nell’ultima annata e non vi è dubbio alcuno sul fatto che quello appena trascorso sia stato uno di quei campionati destinati a entrare per sempre nella storia e nella leggenda di questo sport.

La battaglia tra i due ha avuto un finale epico e davvero mozzafitante, con l’olandese che ha potuto sfruttare una Safety Car all’ultima curva per poter superare il rivale e conquistare così il suo primo storico titolo Mondiale, il trentaquattresimo di sempre a riuscirci in F1.

Secondo un grande pilota britannico dei tempi recenti come David Coulthard, il grande merito di Verstappen è stato quello di essere in grado di entrare nella testa di Lewis come nessun’altro era stato in grado di fare in passato, diventando a tutti gli effetti un’assoluta ossessione da parte del britannico che non vedeva niente se non la voglia di superare il giovane rivale.

“Verstappen è riuscito a entrare nella testa di Hamilton, pochi piloti ci sono riusciti e ha una mentalità da tutto o niente e sarà in grado di tenere testa a Hamilton anche nelle prossime stagioni”.

Sono state queste le parole dell’ex pilota dalla McLaren, parole rilasciate alla piattaforma di streaming svedese Viaplay, e che fanno dunque capire come Verstappen sia un pilota a tutti gli effetti completo e che sia in grado di trasformare in oro tutto ciò che tocca, un campione che ha saputo entrare a contatto con i campioni.

Coulthard entusiasta di Verstappen:” Merita di essere il successore di Hamilton”

David Coulthard ha deciso anche di parlare non soltanto di Max Verstappen come pilota, ma anche della persona dietro al professionista, spiegando come per strada e nella vita di tutti i giorni si tratti di un ragazzo normalissimo, per nulla ossessionato dal suo grande successo e che a tutti gli effetti rappresenta ciò che dovrebbe essere uno sportivo.

Ho visto tantissimi piloti perdere la testa di fronte alla fama, come questa li ha cambiati, ma Verstappen è in F1 ormai da parecchio tempo e non credo che cambierà mai e merita così di essere l’erede di Hamilton.”

Coulthard dunque promuove al 100% quel ragazzo che in età giovanile è stato spesso accusato di essere un raccomandato e figlio di papà, che poteva essere nel circuito unicamente grazie al padre Jos, ma ora anche i più duri critici non possono negare e nascondersi dietro all’evidenza di una classe davvero superiore rispetto alla media.

Verstappen è dunque pronto a dare la caccia a un secondo titolo Mondiale, obbiettivo che gli permetterebbe di entrare a far parte ancora di più di una cerchia ancora più ristretta di campioni e con lui ha iniziato a sognare una nazione intera.

L’Olanda si è trasformata come non mai in un popolo di guidatori e di piloti di F1 e gli esodi arancioni durante i suoi vari GP sono diventati a tutti gli effetti uno degli spettacoli nello spettacolo più apprezzati da tutti i fans e gli spettatori del più grande show di automobilismo del mondo.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.