Verstappen, il campione si sfoga sulle regole: la RB18 deve crescere

Max Verstappen arriva con i favori del pronostico al Gran Premio del Bahrain, dove si attende una sfida molto equilibrata e divertente.

Una stagione lunghissima è ai blocchi di partenza, e tutti sono pronti per attaccare la leadership di Max Verstappen. L’olandese volante ha detronizzato Lewis Hamilton dopo anni di dominio, in cui il britannico e la Mercedes hanno fatto un sol boccone degli avversari, senza mai dare speranze di cedimento tranne che nella solita pre-tattica dei test invernali.

Verstappen (ANSA)
Verstappen (ANSA)

Sin dal 2017, il team di Brackley è solito giocare con la concorrenza su problematiche inesistenti nel corso delle prove invernali, gettando tutta la pressione sugli avversari per poi bastonarli nel week-end di gara, quando le cose si fanno serie. Lo scorso anno, tuttavia, questo non è successo, dal momento che la Red Bull è riuscita finalmente a portare in pista una vettura competitiva.

Il team di Milton Keynes è stato costante per tutto l’anno, riuscendo a tenere testa ai missili anglo-tedeschi senza mai abbassare la guardia. Il resto lo ha fatto il talento di Verstappen, che finalmente coadiuvato da una power unit Honda all’altezza è riuscito a mettere le mani sull’agognato titolo mondiale.

Il figlio di Jos è tra i più giovani ed esserci riuscito, l’unico insieme ad Hamilton, Sebastian Vettel e Fernando Alonso ad aver vinto il titolo prima dei 25 anni, che compirà il prossimo 30 settembre. L’olandese ha il merito di aver riportato il #1 nel Circus dopo otto anni di assenza, con Seb che era stato l’unico a farlo nel lontano 2014.

Dopo le inspiegabili scelte di Sir Lewis che non ha mai voluto apporre la cifra del migliore sulla sua monoposto, a farlo ci ha pensato l’olandese, che vuole sottolineare di essere il migliore di tutti. Tralasciando il controverso finale di Abu Dhabi, Max ha dimostrato di poter essere il più forte in tante occasioni, battendo il rivale nonostante una vettura nel complesso più lenta.

Per confermare quanto scritto sopra, basta pensare alla vittoria del mondiale costruttori della Mercedes. Valtteri Bottas, non certo un fenomeno, è riuscito a sconfiggere per oltre 30 punti Sergio Perez, nonostante tutti i cambi di power unit a cui è stato costretto nel finale di stagione. Ora, la Red Bull sembra aver sistemato questo particolare, con la RB18 che nei test è apparsa un netto passo in avanti rispetto al passato.

Verstappen, le nuove regole piacciono al campione

Max Verstappen ha vinto l’ultimo mondiale del ciclo tecnico che si è appena concluso, impedendo alla Mercedes di chiudere del tutto imbattuta, almeno nel mondiale piloti. Dopo la conquista del campionato, Super Max ha tutte le intenzioni di ripetersi ed è fiducioso nella sua squadra, ed ha parlato del 2022 in un incontro con vari media.

Abbiamo imparato molto durante i giorni di test a Barcellona ed in Bahrain. Non vedo l’ora di mettermi al volante e correre di nuovo. È una nuova era per la F1 e tutto può succedere. Le nuove regole hanno lo scopo di rendere più equlibrata la griglia e facilitare il seguirsi in pista. Spero che lo vedremo nella prima gara. Tutto è nuovo di zecca e ci sono ancora molte incognite sulla strada per la prima gara della stagione di F1. Sono curioso di sapere come saremo messi rispetto al resto delle squadre durante le qualifiche di sabato“.

Verstappen ha concluso con un commento sulla Red Bull: “Almeno la macchina ha un bell’aspetto e anche come squadra siamo in buona forma. La cosa più importante in Bahrain è che abbiamo un week-end stabile senza troppi problemi. Spero di poter portare a casa tanti buoni punti e fare esperienza, perché ho la sensazione che ogni domenica potrà essere decisiva“.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.