Verstappen, scoppia un’altra polemica: ecco il motivo

Max Verstappen è diventato campione del mondo da un paio di mesi, cosa che ha scatenato qualche discussione tra l’Olanda ed il Belgio.

Dal 12 dicembre sono passati quasi due mesi, e Max Verstappen si è goduto il suo primo inverno da campione del mondo. L’olandese è ora tornato al lavoro e sui suoi profili social ha caricato diverse foto e video che lo ritraggono nel corso degli allenamenti svolti presso l’abitazione situata nel Principato di Monaco.

Max Verstappen (Getty Images)
Max Verstappen (Getty Images)

Dopo diversi anni di gavetta, il figlio di Jos ha finalmente avuto a disposizione una monoposto forte ed affidabile come la Red Bull, che grazie alla crescita della power unit Honda gli ha consentito di giocarsela contro Lewis Hamilton e l’armata Mercedes. Il campionato 2021 è stato il più divertente dell’ultimo decennio, caratterizzato da un finale folle e spettacolare.

Archiviate le polemiche ed i veleni di Abu Dhabi, il britannico e Verstappen sono pronti per togliere i veli alle loro nuove monoposto. La Red Bull lo ha fatto nel pomeriggio del 9 febbraio, dando alla luce la fiammante RB18 progettata da Adrian Newey. La W13 vedrà la luce il 18 gennaio, un giorno più tardi rispetto alla Ferrari F1-75.

Ovviamente, la speranza è che anche il Cavallino sia della partita e possa consentire a Charles Leclerc e Carlos Sainz di sfidare i due fenomeni protagonisti della scorsa stagione, anche se la forza delle loro squadre sembra difficile da eguagliare. Super Max, dopo essersi tolto la pressione del primo titolo da conquistare, potrebbe essere ancor più forte e sicuro delle proprie qualità.

F1, come si lavora in casa Red Bull sulla nuova auto? Ecco qualche novità

Verstappen, tensione tra Belgio ed Olanda

Come sappiamo, Max Verstappen è diventato il 34esimo pilota a laurearsi campione del mondo in F1, il primo proveniente dall’Olanda a riuscirci. Sulle sue origini, spesso si è fatta confusione. L’asso della Red Bull è nato il 30 settembre del 1997 ad Hasselt, in Belgio, dal momento che la madre, Sophie Kumpen, proveniva proprio da quel paese.

L’infanzia, Super Max l’ha passata proprio in Belgio, ma nella cittadina di Bree. Il #33 possiede sia la cittadinanza olandese che quella belga, ma la sua prima nazionalità è quella di papà Jos, che lo ha seguito per tutta la sua carriera accompagnandolo sui circuiti d’Europa ed oggi del mondo.

Prima che il GP di Zandvoort entrasse in calendario, quello di Spa era l’appuntamento di casa per Verstappen. Dopo la vittoria del titolo mondiale, Jos ha notato che una parte dei media del Belgio rivendica una “parte” di suo figlio, cosa che ha fatto innervosire e non poco l’ex pilota.

Ferrari, vedremo una livrea diversa? Spunta un nuovo sponsor (VIDEO)

In un’intervista al “Telegraaf“, Jos ha dichiarato: “Tutti stanno rivendicando un pezzo di Max in questo momento. Trovo che la cosa sia lusingante per lui, ma ci sono anche dei problemi. Agli occhi dei media belgi, Max è un belga esattamente come loro. Lo trovo deludente, perché siamo nel motorsport da molti anni e molti belgi non lo vedevano benissimo prima che iniziasse a vincere. Ha una doppia nazionalità, ma corre come olandese e nel calcio tifa l’Olanda. Non c’è nulla da discutere“.

Author: editor

Leave a Reply

Your email address will not be published.